Sicurezza a Verona, Zivelonghi: «Turismo e ricchezza sono fattori». Tosi: «Con sinistra c’è caos»

Continuano le polemiche sulla sicurezza a Verona dopo la classifica del Sole 24 Ore sulla qualità della vita nelle province italiane.

Stefania Zivelonghi, Flavio Tosi
Stefania Zivelonghi, Flavio Tosi
New call-to-action

All’indomani della pubblicazione della classifica del Sole 24 Ore sulla qualità della vita nelle province italiane, l’assessora alla Sicurezza di Verona Stefania Zivelonghi interviene con alcune considerazioni sulla macro area relativa alla Sicurezza, in aggiunta a quanto già affermato ieri. E in un botta-e-risposta a distanza con altri esponenti politici delle opposizioni, fra cui il deputato di Forza Italia ed ex sindaco Flavio Tosi.

Quest’anno la provincia di Verona è decima nella classifica generale, in risalita rispetto al 2022 (16^). In passato ha avuto però posizioni anche più alte: 8^ nel 2021 e 4^ nel 2020. È in calo nella categoria “Giustizia e Sicurezza“, trovandosi quest’anno al 57esimo posto su 107.

LEGGI ANCHE: Apertura galleria Adige-Garda, è scontro

L’indagine della Qualità della vita del Sole 24 Ore prende in esame 90 indicatori, suddivisi nelle sei macrocategorie tematiche (ciascuna composta da 15 indicatori) che accompagnano l’indagine dal 1990:

  • ricchezza e consumi;
  • affari e lavoro;
  • ambiente e servizi;
  • demografia, società e salute;
  • giustizia e sicurezza;
  • cultura e tempo libero.

LEGGI ANCHE: Ciclovia del Sole, De Berti: «Da Verona a Valeggio in bici»

Zivelonghi: «Peculiarità che caratterizzano città ad alto tasso turistico come Verona»

«Un report complesso e dettagliato come quello che ogni anno viene redatto da Il Sole 24Ore, deve essere letto e interpretato con estrema attenzione e accurata analisi, tenendo conto non solo della molteplicità degli indicatori, ma anche delle peculiarità che caratterizzano città ad alto tasso turistico come Verona, che proprio in virtù della loro attrattività e ricchezza vedono aumentare i fenomeni di microcriminalità, soprattutto nelle aree del centro», ha detto l’assessora Zivelonghi.

«L’indice di criminalità, che è pari a 3.670, rappresenta il numero di reati denunciati ogni 100 mila abitanti, ma non tiene minimamente conto della presenza dei turisti che ogni anni arrivano a Verona, aggiungendosi ai residenti. I dati resi noti proprio ieri dalla Camera di Commercio hanno accertato 3 milioni e mezzo di persone che da gennaio a settembre 2023 hanno soggiornato nelle strutture alberghiere cittadine, un dato che non tiene conto delle presenze non tracciate come chi arriva in città in giornata per eventi, mostre e fiere» continua Zivelonghi. «Ecco dunque che rapportare il dato al numero dei residenti è necessariamente e fisiologicamente parziale e scarsamente rappresentativo. Altra considerazione è che il dato del posizionamento è a livello provinciale, quindi se vogliamo fare un discorso limitato al Comune di Verona bisognerebbe sapere quanto il Comune pesa rispetto alla numerosità dei reati della provincia di Verona. E il peso è del 43,6%, un dato che va acquisito nella misura in cui si voglia effettivamente guardare e leggere i dati, interpretarli e capirli piuttosto che farne la base per i soliti slogan a cui ci stiamo abituando».

Quanto ai numeri, l’assessora precisa: «I dati dimostrano che laddove l’indice generale della qualità di vita è più alto, diminuisce quello relativo alla sicurezza. È il caso di Milano, che si è classificata all’8 posizione nella classifica generale e invece è alla 107esima per quel che riguarda la sicurezza; lo stesso vale per Firenze, che rispettivamente occupa il 6° e 102° posto, o per Bologna, al 2° e 101° posto, città rispetto alle quali Verona occupa una posizione decisamente migliore anche rispetto agli indicatori della sicurezza, posizionandosi al 57° posto».

LEGGI ANCHE: Vandali a Cadidavid: Comune e comitato cittadini al lavoro

Stefania Zivelonghi Baby gang
L’assessora alla Sicurezza Stefania Zivelonghi. Foto d’archivio

Tosi: «Dove c’è sinistra c’è caos»

Anche Flavio Tosi, deputato di Forza Italia, torna sull’indagine del Sole 24 Ore, e replica all’assessora alla Sicurezza della giunta Tommasi Stefania Zivelonghi.

«Zivelonghi – dice Tosi – per giustificare l’ingiustificabile si lancia impavida in un ragionamento grottesco, azzardando che in qualunque città con un’alta qualità della vita c’è anche un alto tasso di criminalità urbana. Una correlazione mai sentita prima. Per suffragare questa stravagante affermazione, Zivelonghi cita, oltre a Verona, Milano, Firenze, Bologna, Padova e Brescia. Non casualmente, aggiungo, tutte città amministrate dalla sinistra» dice Tosi. La classifica, bisogna ricordare, è per province e non per comuni.

«Non sono quelli, infatti, i modelli a cui paragonarsi, a meno che la Zivelonghi non cerchi facile consolazione nel tanto peggio tanto meglio» continua l’ex sindaco di Verona, dal 2007 al 2017. «La bontà di indicatori della qualità della vita come la ricchezza pro-capite e il numero di cittadini (e soprattutto turisti) che vanno in Arena, non dipendono da un Sindaco o da un’amministrazione comunale, ma dal benessere medio di una città, da fattori sociali e di indotto turistico appunto. Mentre è certamente il Sindaco a essere il responsabile delle politiche di sicurezza».

Continua Tosi: «Dove ci sono benessere e qualità della vita, è più difficile riscontrare fenomeni di criminalità urbana. Infatti negli anni in cui ero Sindaco Verona aveva alti standard di benessere e qualità della vita, ed era città molto sicura. Chiaramente questo succede se si amministra bene, perché, ribadisco, è il Sindaco a essere responsabile delle politiche di sicurezza di una città. Il problema oggi è che la sinistra lascia correre e tollera tutto, rimane inerte di fronte a una criminalità dilagante, a Verona come a Milano, Brescia, Padova, Firenze e Bologna, le città menzionate dalla Zivelonghi. La quale, inconsapevolmente, a modo suo lo ha ammesso: dove c’è la sinistra c’è disordine sociale e degrado che poi si trasforma in criminalità urbana».

Flavio Tosi, Forza Italia
Flavio Tosi, Forza Italia

LEGGI LE ULTIME NEWS

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM