Si ripresenta dall’ex evadendo dai domiciliari: arrestato

Avrebbe dovuto essere ai domiciliari a Vicenza, proprio per maltrattamenti nei confronti della ex convivente. E invece si ripresenta a casa sua: la donna se ne accorge e chiama i Carabinieri.

carabinieri negrar
Foto d'archivio

I Carabinieri di Negrar di Valpolicella sono stati allertati da una donna che nel 2021 aveva presentato una denuncia di maltrattamenti nei confronti del convivente. Sosteneva di averlo notato nei pressi di un istituto dove lei frequenta un corso di formazione per adulti.

La donna era molto preoccupata perché sapeva che l’uomo si sarebbe dovuto trovare a Vicenza, dove sta scontando la detenzione domiciliare proprio a seguito della condanna per i fatti denunciati due anni prima. In quell’occasione l’uomo, che aveva adottato condotte molto violente, era stato arrestato dai Carabinieri e poi, al termine del processo, condannato a 3 anni e 4 mesi di reclusione dal Tribunale di Verona.

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024

Da qualche mese stava espiando la pena ai domiciliari a Vicenza, da qui la preoccupazione della donna nell’averlo notato. La pattuglia dei Carabinieri di Negrar di Valpolicella intervenuta sul posto ha riconosciuto la vittima e ne ha compreso immediatamente lo stato di agitazione, decidendo di accompagnarla a casa.

Prima di farla salire in casa, però, i militari hanno controllato lo stabile dove abita, riconoscendo l’ex compagno che, per dissimulare la sua presenza, ha finto di bussare alla porta di una vicina di casa. L’uomo è stato immediatamente bloccato e arrestato per il reato di evasione dalla detenzione domiciliare. La donna è così potuta tornare nella sua abitazione.

Dell’arresto è stata data comunicazione al P.M. di turno che ha disposto il processo per direttissima che si è svolto questa mattina presso il Tribunale di Verona.

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua