Sgomberato un edificio degradato a Cerea, trovate due persone

Contrasto dell’immigrazione clandestina: altro sgombero effettuato dai Carabinieri e dalla Polizia Locale di Cerea. Il proprietario ora metterà lo stabile in sicurezza.

Carabinieri - sgombero Cerea
Sgombero in via Filzi a Cerea da parte di Carabinieri e Polizia locale

I Carabinieri della Stazione di Cerea, insieme al personale della Polizia Locale, hanno controllato un immobile di via Filzi, all’interno del quale sono state sorprese due persone che occupavano abusivamente lo stabile, senza alcuna autorizzazione da parte della proprietà.

Le due persone, entrambe di nazionalità marocchina, sono state accompagnate al Comando Carabinieri: una è stata sottoposta alla procedura di identificazione e fotosegnalamento, al termine della quale – non essendo emersi provvedimenti restrittivi – è stata invitata a regolarizzare la propria posizione sul territorio nazionale e deferita alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Verona per la violazione della normativa sugli stranieri. L’altra persona invece, in regola con il permesso di soggiorno, è stata affidata ad una struttura di pronto intervento sociale, convenzionata con il Comune di Cerea.

Per l’immobile in questione il sindaco di Cerea aveva emesso un’ordinanza contingibile e urgente per motivi igiene pubblica, a causa della precaria situazione di degrado e sporcizia in cui versava, alla quale i Carabinieri e la Polizia Locale – con una operazione congiunta – hanno posto fine.

Si tratta dell’ennesimo servizio svolto dai Carabinieri e dalla Polizia Locale, per contrastare il fenomeno dell’immigrazione clandestina e delle occupazioni abusive delle abitazioni disabitate, che caratterizza il territorio della Pianura veronese.

L’immobile sgomberato è stato messo nuovamente nel possesso del proprietario, che non ha presentato querela per “Invasione di edificio” e provvederà a metterlo in sicurezza, al fine di evitare nuove occupazioni abusive.