Sequestrata e abusata fuori da scuola: la denuncia di una 12enne

La ragazzina sarebbe stata avvicinata dai due uomini all'uscita da scuola, trascinata per alcuni metri e abusata sessualmente. I due uomini, attraverso le parole del loro avvocato, si dicono innocenti e parlando di «un equivoco». Gli investigatori contano di trovare riscontri anche nelle immagini delle telecamere di sicurezza, o di privati, presenti nella zona.

Carabinieri Verona - Golosine
Foto d'archivio

Sequestrata con la forza da due sconosciuti all’uscita di scuola, in pieno giorno, e portata in un angolo appartato, dove la coppia di cittadini stranieri avrebbe abusato di lei, molestandola sessualmente. È l’accusa, come riporta l’Ansa, che una ragazza di 12 anni e la madre di questa, hanno rivolto nei confronti di due cittadini indiani, che dopo il fermo dei Carabinieri sono stati portati in carcere a Verona. I due uomini, attraverso le parole del loro avvocato, si dicono innocenti e parlano di «un equivoco».

LEGGI ANCHE: Verona, entrano in servizio 17 nuovi medici di base (su 213 zone carenti)

Nella denuncia l’adolescente e la madre hanno raccontato le fasi del sequestro e della violenza. La ragazzina sarebbe stata avvicinata dai due uomini all’uscita da scuola, in una zona di Verona, afferrata con forza e trascinata per alcune centinaia di metri. Qui, in una strada secondaria, i due uomini, di 37 e 47 anni, l’avrebbero molestata. La ragazzina ha urlato con tutto il fiato e ha lottato strenuamente, riuscendo alla fine a fuggire ai suoi sequestratori. Le grida hanno attirato la madre della 12enne, che si trovava nei pressi della scuola, intervenuta sul posto quando i due si erano allontanati. Gli investigatori contano di trovare riscontri anche nelle immagini delle telecamere di sicurezza, o di privati, presenti nella zona.

LEGGI ANCHE: Idee per l’ex Seminario di San Massimo: svelate le tre proposte vincitrici