Scuola: presentato il nuovo A.S 2012/2013

– Verona – L’assessore all’Istruzione Alberto Benetti ha presentato il nuovo anno scolastico 2012/2013 che inizierà mercoledì 12 settembre, per concludersi il prossimo 8 giugno.

Gli iscritti per il nuovo anno alle scuole dell’Infanzia (dai 3 ai 6 anni) sono in totale 6999 di cui 2418 alle scuole comunali; 1492 sono gli iscritti alle scuole statali e 3089 alle scuole paritarie. Per il secondo anno è stato attivato il servizio di pre-scuola, dal 3 all’11 settembre, al quale hanno aderito 684 bambini. Per quanto riguarda le scuole primarie (dai 6 ai 10 anni) gli alunni iscritti sono 12344: 10124 alle statali ( dei quali 2018 iscritti al primo anno) e 2220 alle paritarie (437 iscritti al primo anno). Gli studenti iscritti alle scuole secondarie di primo grado (dagli 11 ai 13 anni) sono in totale 8351: 6831 alle statali e 1520 alle paritarie.

«Per il sesto anno consecutivo» ha spiegato Benetti «l’Amministrazione comunale è riuscita a mantenere invariate le rette e le tariffe per i servizi di refezione e trasporto, non applicando quindi alcun aumento o indicizzazione. Un aspetto importante, soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale, che però non deve essere l’unico. Il futuro appartiene a coloro che si preparano nel presente per questo, auspicando a tutti un buon inizio d’anno, mi auguro che riconoscenza e rispetto per chi amministra, chi insegna e soprattutto chi studia siano il denominatore comune che ci accompagnerà fino a giugno».

Il servizio di refezione servirà un totale di 15406 utenti; 933 le domande presentate invece per l’utilizzo del trasporto scolastico. Sono stati inoltre istituiti i seguenti trasporti speciali: dalla primaria Carducci alle scuole Rodari e Manzoni per lavori di ristrutturazione e adeguamento; dalla scuola dell’infanzia Alessandri all’ex scuola americana in lungadige Attiraglio 48, per inagibilità della sede a seguito dell’evento sismico del gennaio 2012. Garantito anche il trasporto da contrada Magrano di Moruri alla scuola primaria di Roverè Veronese. Confermate anche per il nuovo anno le agevolazioni e gli esoneri per alcune categorie di utenti residenti nel Comune di Verona: in particolare per il servizio di refezione è previsto l’esonero totale per i nuclei familiare a protezione sociale assistiti dal Comune di Verona e per i figli quartogeniti e successivi; la riduzione del 50 per cento per i nuclei familiari al di sotto della soglia ISEE per i redditi 2011 di 6246,89 euro, per i bambini diversamente abili e per le famiglie numerose.
Restano anche in vigore le misure anti-crisi, che prevedono una riduzione delle tariffe di refezione di un ulteriore 30 per cento in caso di perdita del posto di lavoro, senza responsabilità personale, da parte di un genitore e qualora la soglia ISEE sia inferiore o uguale a 15 mila euro. Le domande per le riduzioni e gli esoneri sono da consegnare entro il 15 ottobre all’Ufficio rette del settore Istruzione di via Bertoni 4. Anche quest’anno sono stati erogati i contributi regionali, finanziati dallo Stato, per il rimborso delle spese sostenute nell’anno scolastico 2011/12 per l’acquisto dei libri di testo per gli alunni iscritti alle scuole secondarie di primo grado. Delle 1289 domande, presentate da genitori con ISEE fino a 10632,94 euro, sono state rimborsate le 1268 richieste ritenute idonee, per circa 223 mila 500 euro. Sono stati inoltre erogati contributi all’Associazione Genitori Scuole Cattoliche per 330 mila euro e alle scuole dell’infanzia associate Fism per 2 milioni 770 mila euro.

Per il nuovo anno scolastico sono previsti contributi agli istituti comprensivi e alle scuole secondarie di primo grado paritarie per 413 mila 732 euro, destinati all’acquisto di materiale didattico, libri di testo e sussidi audiovisivi, allo svolgimento di attività didattiche e di sperimentazione, alla copertura di spese di pulizia, di gestione e d’ufficio. In occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico, sabato 29 settembre alle ore 10 in Duomo si svolgerà la Messa celebrata dal Vescovo Monsignor Giuseppe Zenti.
«Ricordo che durante tutta l’estate» ha concluso l’assessore Benetti «sono terminati quasi tutti i cantieri aperti nelle scuole cittadine, proprio per permettere l’inizio regolare del nuovo anno scolastico».

La Redazione