Sciopero del settore pubblico e privato il 15 e 16 febbraio

L’Associazione sindacale FISI ha proclamato nelle giornate del 15 e 16 febbraio lo sciopero generale nazionale per tutti i settori pubblici e privati. Alla base dello sciopero c'è l'obbligo vaccinale per i cinquantenni sul posto di lavoro.

sciopero 15 febbraio
Foto d'archivio
New call-to-action

Sciopero del settore pubblico e privato il 15 e 16 febbraio

L’Associazione sindacale FISI (Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali) ha proclamato nelle giornate del 15 e 16 febbraio lo sciopero generale nazionale per tutti i settori pubblici e privati. 

Garantiti i servizi essenziali

Saranno comunque garantiti i servizi essenziali di Polizia locale (piantone comando, portineria municipale, centrale operativa, pronto intervento, ufficiale comando e coordinamento servizi). Garantito inoltre il servizio di ufficiale di Stato civile per denunce di nascita e morte. Tra gli altri servizi che non subiranno variazioni quello di assistenti sociali per nuclei minori e anziani, di Protezione civile e di personale tecnico e stradini della terza Circoscrizione. 

Saranno inoltre fruibili i musei cittadini Arena, Casa di Giulietta, museo di Castelvecchio e museo di Storia Naturale.

Alla base dello sciopero l’obbligo vaccinale per i cinquantenni

Come riporta la nota di FISI, alla base dello sciopero c’è l’obbligo vaccinale per i cinquantenni sul posto di lavoro. Adottato nel decreto del 5 gennaio 2022, l’obbligo vaccinale investe tutti quei lavoratori pubblici e privati che abbiano compiuto il cinquantesimo anno di età. Questi ultimi, dunque, devono provvedere alla vaccinazione, pena la sospensione dal posto di lavoro e dallo stipendio.