Fa scempio dei bidoni e lancia un masso contro i carabinieri

Gesta controverse e assurde quelle che ieri notte hanno stravolto una via del quartiere Saval. A compierle un giovane di 25 anni in probabile stato di alterazione fisica.

Tutto ora tace in via Andrea Doria, i cassonetti solo in sereno ordine, come ogni giorno. Ieri notte erano decisamente diversi i lineamenti della via nel quartiere del Saval. La strada era interamente bloccata dai bidoni della differenziata buttati ovunque. A stravolgere la quiete notturna la furia folle di un ragazzo italiano di 25 anni. In probabile stato di alterazione fisica, il giovane, sparito da casa la mattina, è arrivato persino a staccare alcune pietre dal piccolo ponte che troneggia lì vicino.

Le forze dell’ordine intervenute si sono trovate davanti una scena dai contorni assurdi. Ma la situazione è peggiorata quando il ragazzo ha sollevato un masso di quasi una quindicina di chili e ha tentato di scagliarlo addosso ai carabinieri. I militari sono riusciti a immobilizzarlo e l’hanno arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento di opere pubbliche. La madre del giovane che ne aveva denunciato la scomparsa è stata avvisata dai carabinieri della Radiomobile di Verona. La strada, resa inagibile dalle controverse gesta del venticinquenne, è stata ripulita da Amia. Stamattina in tribunale il giudice ha convalidato l’arresto e ha disposto la traduzione in carcere fino al mese prossimo, in attesa della perizia psichiatrica.

 

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK: