Scalzotto: «Mesi intensi, ora ci concentriamo sulla ripartenza»

Manuel Scalzotto, sindaco di Cologna Veneta e Presidente della Provincia di Verona, ci ha raccontato come ha vissuto l'emergenza coronavirus, dalle videoconferenze con i sindaci della provincia, alle iniziative per ripartire.

«A Cologna Veneta la cittadinanza è stata diligente e non ci sono stati particolari casi di apprensione. Abbiamo lavorato con impegno anche per le varie iniziative, come quella di far pervenire le mascherine della Regione alla cittadinanza, anche grazie a molti volontari. Per quanto concerne le attività di Presidente della Provincia, è stato più complesso perchè ci dovevamo coordinare con tutti i 98 sindaci della Provincia di Verona e ci è venuta l’idea di realizzare delle videoconferenze alle 18 di sera. Per 40 giorni tutti i sindaci si sono trovati ogni sera per spiegare quelli che erano i Dpcm e le ordinanze della Regione per avere una chiarezza di interpretazione della norma e per confrontarci e condividere problematiche e soluzioni. È stata un’attività molto intensa e credo sia stata utile e apprezzata. Io ho avuto un unico momento di ansia: i sindaci ricevevano le mail con la lista dei propri concittadini che erano soggetti Covid, sia per quarantena fiduciaria sia per contagio diretto. La prima mail che ho ricevuto è stato il momento umanamente più difficile, per il resto ho cercato di fare quello che si doveva». Così il sindaco di Cologna Veneta e Presidente della provincia di Verona, Manuel Scalzotto.

Sulle iniziative per la ripartenza: «Confidiamo tutti nella scomparsa del Covid. Ci stiamo concentrando su una serie di iniziative: la più rilevante è l’attenzione ai plessi scolastici e poi c’è da aiutare la quotidianità, a partire dall’organizzazione dei Cer. A Cologna abbiamo messo a disposizione per queste attività 19mila euro per sollevare anche le famiglie. Altre iniziative sono state prese per far recuperare le attività commerciali: per quest’anno il Governo ci ha dato una cifra che ci consente di non chiedere per sei mesi la Tosap. Altre iniziative le stiamo prendendo per far fruire anche gli impianti sportivi».