Sboarina: «Basta tatticismi, mai la sinistra al governo della città»

Federico Sboarina, in vista del ballottaggio di domenica 26 giugno con Damiano Tommasi, torna a rimarcare la contrapposizione fra destra e sinistra.

Federico Sboarina in Piazza San Zeno
Federico Sboarina in Piazza San Zeno

Federico Sboarina, in vista del ballottaggio di domenica 26 giugno, torna a puntare sulla contrapposizione fra centrodestra e centrosinistra, dopo aver rifiutato l’offerta di apparentamento da parte di Forza Italia e Flavio Tosi.

«Ringrazio tutti coloro che stanno lavorando per mantenere il centrodestra alla guida della città e scongiurare che a governarla sia la sinistra. Basta alla politica dei tatticismi e dei tecnicismi che rischia di fare il gioco di una sinistra che a Verona è minoritaria e che come tale non può e non deve governare la città».

LEGGI ANCHE: Tosi: «Sboarina e Fratelli d’Italia hanno deciso di spaccare il centrodestra»

«Sostenere me e il centrodestra in nome delle convinzioni e non delle convenienze né delle spartizioni. Un appello a tutti: proseguiamo nel lavoro tra la gente, casa per casa, per non consegnare Verona a sinistra, Pd, 5 Stelle e Rifondazione Comunista».

LEGGI ANCHE: Ballottaggio Verona, i dati sull’affluenza

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?👉 È GRATUITO!👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM