Sant’Anna, inaugurata la 159^ Fiera agricola con gli “Alti Pascoli”

Convegno ieri sera in Teatro a Sant'Anna D'Alfaedo dedicato al progetto di valorizzazione territoriale prossimo all'iscrizione nel Registro nazionale dei paesaggi storici rurali. La Festa patronale prosegue fino a lunedì.

Un convegno dedicato al progetto di valorizzazione territoriale “Alti Pascoli della Lessinia”. E’ questo il modo scelto dalla Pro Loco di Sant’Anna D’Alfaedo e dall’Amministrazione comunale per inaugurare, ieri sera, la 159^ Fiera Agricola, che proseguirà fino a lunedì 27 luglio con un calendario rivisto rispetto alle ultime edizioni a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza Covid-19.

Una scelta coraggiosa da parte degli organizzatori, considerato che nella maggioranza dei casi feste, sagre ed eventi fieristici sono stati annullati o rimandati per il Coronavirus.

Dopo l’intervento dell’architetto Chiara Zanoni, tra i primi a proporre il progetto di candidatura degli Alti Pascoli nel Registro nazionale dei paesaggi rurali di interesse storico, è intervenuto il giornalista Stefano Cantiero che ha ricordato l’importanza di comunicare nel modo corretto le peculiarità di questo territorio.

Tra le peculiarità sottolineate durante la serata, un posto di rilievo l’ha avuta la pietra della Lessinia, marchio di fabbrica di Sant’Anna d’Alfaaedo.

Significativa poi la testimonianza di Giuseppe Lavarini, produttore di Monte Veronese DOP, il quale ha ricordato l’arte, la tradizione, i segreti che si celano dietro una forma di formaggio prodotto in altura. Numerose le autorità politiche e istituzionali, dalla vicepresidente di Coldiretti Verona Franca Castellani al consigliere provinciale Cristian Brunelli, fino ai consiglieri regionali Stefano Valdegamberi e Alessandro Montagnoli.