San Martino Buon Albergo: la sala civica si userà per i vaccini

L'Amministrazione comunale di San Martino Buon Albergo ha messo a disposizione, a partire dal 4 novembre, la sala civica Donini per la vaccinazione contro l'influenza stagionale. «Vaccinare le fasce deboli e gli over 65 quest’anno diventa ancor più essenziale. Si spera che in futuro la sala diventerà luogo di vaccinazione anche contro il Covid-19», afferma il sindaco De Santi.

Sindaco San Martino Buon albergo Franco De Santi
Il sindaco di San Martino Buon Albergo Franco De Santi.

In vista della prossima campagna vaccinale antinfluenzale, l’Ulss 9 Scaligera ha prospettato l’esigenza di una proficua collaborazione con l’Amministrazione comunale di San Martino Buon Albergo per favorire la più ampia adesione alla vaccinazione da parte della popolazione anziana e delle persone con patologie croniche.

Per favorire dal punto di vista logistico la vaccinazione dei soggetti prioritari, l’Amministrazione mette a disposizione del personale medico e pediatrico del territorio, a titolo gratuito e a partire dal 4 novembre, la sala civica Donini con ingresso riservato anche per soggetti con disabilità.

L’utilizzo della sala civica avverrà nel rispetto del distanziamento sociale, nonché nell’osservanza di tutte le altre misure dettate sia a livello nazionale che regionale per contenere il contagio.

«Vaccinare le fasce deboli e gli over 65 contro l’influenza stagionale quest’anno diventa ancor più essenziale, sia per scongiurare la sovrapposizione con il Covid-19 sia per agevolare la diagnosi e quindi il lavoro del personale medico già sotto pressione. Per questo motivo come Amministrazione abbiamo voluto rispondere immediatamente alle richieste di spazi da parte dei medici del nostro territorio e di supporto dell’Ulss 9 fornendo un ambulatorio sicuro e accessibile che in futuro, si spera prossimo, diventerà luogo di vaccinazione contro il Covid-19», dichiara Franco De Santi, Sindaco di San Martino Buon Albergo.

Per accedere al vaccino antinfluenzale il cittadino dovrà seguire le indicazioni e la calendarizzazione previste dal proprio pediatra o medico di base.