San Giovanni Lupatoto, il Comune copre l’aumento del costo della mensa

La giunta stanzia 11.200 euro per non far gravare sulle famiglie l'aumento dei costi della mensa alle Cesari, causato dai lavori in corso nell'edificio.

Vassoio mensa San Giovanni Lupatoto

Non ci sarà aumento di costi della mensa per le famiglie alla scuola primaria “Cesari” di San Giovanni Lupatoto. Il Comune si accollerà la maggiore spesa dovuta ai lavori in corso per la nuova struttura scolastica.

Nella scuola primaria sono infatti in corso i lavori di ampliamento dell’edificio con limitazione degli spazi usufruibili dagli alunni, la Direzione Scolastica e il Comune hanno quindi convenuto di lasciare le aule come già disposte durante la pandemia e di servire i pasti direttamente in classe, come avvenuto negli anni precedenti per le misure sanitarie imposte dal Covid.

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024

«Consumare il pasto in classe, utilizzando vassoi multi-scomparto che vengono consegnati da personale addetto – spiega l’assessora all’Istruzione Debora Lerin – comporta un aumento del costo, quantificato dalla ditta concessionaria del servizio in euro 0,60 oltre IVA a pasto. La giunta lupatotina ha quindi stanziato 11mila e 200 euro per accollarsi l’intero importo dell’aumento di 60 centesimi per pasto. In questo modo tutti i genitori iscritti al servizio avranno lo stesso esborso per il pasto del figlio come nelle altre scuole di San Giovanni Lupatoto».

Il sindaco Attilio Gastaledello sottolinea: «Abbiamo deciso di non far gravare sulle famiglie lupatotine, che già subiscono gli effetti del considerevole aumento dell’inflazione, il maggior costo del pasto, assumendo a carico del bilancio comunale la relativa spesa. Garantire l’assorbimento dell’aumento del costo dei pasti durante l’emergenza Covid per tutte le scuole e dell’intero aumento per quest’anno per le scuole Cesari dimostra, ancora una volta, la sensibilità e l’attenzione posta dalla nostra amministrazione verso i minori e le loro famiglie».

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua