Salvini a San Giovanni Lupatoto: «Grazie, Verona»

Più di 700 persone ieri sera, per festeggiare la Lega insieme a Matteo Salvini al Palatenda di San Giovanni Lupatoto. Il leader del Carroccio ha parlato del futuro del governo e si è detto grato per la fiducia concessagli da Verona e, in particolare dal Veneto, dove la Lega è risultato primo partito alle elezioni dello scorso 4 marzo. Nel corso della serata si è parlato anche dell’autonomia della regione.

«Non mi basta dirvi grazie, ma voglio passare dalle parole ai fatti». Queste le parole di Matteo Salvini ieri sera, al Palatenda di San Giovanni Lupatoto dove si è svolta la festa della Lega.

Il segretario del partito è stato accolto dal boato delle quasi 700 persone presenti, che hanno iniziato a gridare in coro il nome del candidato premier del centrodestra e a sventolare cartelli inneggianti “Salvini premier”. Salvini non ha perso l’occasione per ringraziare Verona e, in particolare, il Veneto che ha scelto la Lega come primo partito. Spazio anche alla questione dell’autonomia della regione Veneto e della Lombardia: «Non vedo l’ora di finalizzare l’accordo per l’autonomia già firmato da Zaia e Maroni» ha affermato il segretario della Lega.

«Desidero fare il contrario di quello che fanno gli altri partiti. – ha dichiarato Salvini – Di solito la domenica del voto si tira giù la saracinesca. Per la Lega la domenica del voto è l’inizio di un percorso: mentre gli altri che sorridevano con i manifesti e gli spot in radio non li vedrete più per i prossimi cinque anni, noi continueremo ad essere in mezzo alle strade, nei negozi, nelle fabbriche».

Sul palco accanto al leader del Carroccio anche il sindaco e il vicesindaco di San Giovanni Lupatoto, Attilio Gastaldello e Fulvio Sartori.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.