L’Ucraina denuncia l’uso della Russia di armi al fosforo e chiede altri aerei

Kiev torna a denunciare l'utilizzo di armi al fosforo da parte della Russia. È sotto controllo, nel frattempo, la maggior parte dell'incendio sviluppatosi nell'area vicina alla centrale nucleare di Chernobyl. Il presidente ucraino Zelensky ha rilasciato la sua prima intervista a una testata italiana, La Repubblica. «Putin non si fermerà. Chiediamo armi e mezzi aerei. Aiutateci», queste le sue parole.

Conflitto Ucraina Russia guerra Donbass Russia armi fosforo
Foto dell'11 marzo 2022. © Copyright ANSA/EPA

L’Ucraina denuncia l’uso della Russia di armi al fosforo e chiede altri aerei

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, a un mese dall’inizio del conflitto, invita il mondo a scendere in piazza oggi contro la guerra. Nel frattempo, attende le prime consegne di armi dagli Usa nell’ambito di un pacchetto da ottocento milioni di dollari e l’annuncio di altri seimila missili da parte di Londra. Lo riporta l’Ansa.

Gravi tre ragazzi ucraini: non avrebbero riconosciuto una mina

Intanto Kiev torna a denunciare l’utilizzo di armi al fosforo da parte della Russia. Tre ragazzi di 15, 13 e 12 anni sono ora ricoverati in gravi condizioni nel villaggio di Obilne, vicino a Zaporizhzhia. Lo riferisce il Servizio di emergenza ucraino. Avrebbero trovato una mina e, non riconoscendola, avrebbero iniziato a giocarci.

La Russia usa mine antiuomo e ordigni inesplosi

I militari ricordano che i russi usano mine antiuomo, anche quelle cosiddette “a farfalle” che possono essere di vari colori. Un altro pericolo, avvertono sempre i militari, sono gli ordigni inesplosi. Avvisano infatti: «possono sembrare un giocattolo, un telefono cellulare, una penna a sfera. Qualsiasi oggetto può essere riempito di esplosivo».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Proseguono i bombardamenti nel Lugansk

Intanto nella regione di Lugansk, nel sud est dell’Ucraina, l’esercito russo continua a bombardare le città. Lo scrive su Telegram il capo dell’amministrazione militare regionale di Lugansk, Sergey Gaidai. «Nella notte gli invasori hanno bombardato la regione di Lugansk con missili e bombardamenti al fosforo – scrive -. Si sa già che quattro persone sono morte e i russi hanno danneggiato o completamente distrutto molte case». Colpite le città di Severodonetsk, Lysychansk, Rubizhne, Kreminna, Novodruzhesk e Voevodivka.

Leggi anche: Ucraina, Zaia: «Già 660mila euro raccolti»

Sotto controllo l’incendio vicino a Chernobyl

È sotto controllo, nel frattempo, la maggior parte dell’incendio sviluppatosi nell’area vicina alla centrale nucleare di Chernobyl. Lo afferma il Ministro dell’ecologia e delle risorse naturali Ruslan Strelets, secondo quanto riporta il Kyiv Independent. Strelets, in una intervista televisiva, ha spiegato che nell’area nelle ultime due settimane si sono registrati più di trenta incendi. “Ci sono stati altri 5 incendi nell’ultima settimana. Oggi la maggior parte di questi incendi è circoscritta. Ci sono ancora piccole aree in cui l’incendio continua”, ha detto. 

Zelensky a La Repubblica: «La guerra lampo è fallita Putin non si fermerà. Ci servono armi e aerei»

Prima intervista del presidente ucraino a un giornale italiano, la Repubblica, dopo un mese di guerra con Mosca. «La guerra lampo russa è fallita. Kiev si difenderà fino alla fine ma chiede mezzi di difesa aerea contro gli attacchi dal cielo. Putin non si fermerà. Quello in corso è un conflitto che coinvolge tutta l’Europa». Sono queste le parole di Zelensky. Da una località segreta ribadisce che gli ucraini stanno difendendo l’Europa. Ritiene che l’intero mondo civilizzato alla fine si unirà a Kiev. È disposto a discutere un cessate il fuoco, a patto però di non subire ultimatum.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv