Rubano vestiti per quasi 500 euro, due arresti

Sono stati arrestati ed espulsi dal territorio nazionale due 23enni di origine marocchina, irregolari, che martedì hanno tentato di rubare capi di abbigliamento per un totale di 470 euro dal negozio "H&M" all'interno del centro commerciale Adigeo.

Sono stati beccati poco lontano dall’“Adigeo” con due grandi borse contenenti 28 capi di abbigliamento, per un valore di circa 470 euro, risultati sottratti poco prima dal negozio “H&M” situato all’interno del centro commerciale.

È accaduto martedì intorno alle 11.30, quando gli operatori, nel corso di un normale servizio di prevenzione e controllo del territorio, hanno notato in Viale del Lavoro due giovani che, alla vista dei poliziotti, hanno accelerato il passo e abbassato il volto, nel tentativo di sottrarsi alla loro vista.

Insospettiti da tale atteggiamento, gli agenti hanno fermato i due ragazzi che, durante il controllo, si sono dimostrati estremamente agitati e reticenti: si tratta di due cittadini marocchini 23enni, irregolari sul territorio nazionale e già destinatari di un provvedimento di espulsione emesso il mese scorso dal Questore di Verona.

L’attenzione degli agenti è stata poi attirata dalle due grandi borse ricolme di capi di abbigliamento che i giovani avevano con sé. Al loro interno, erano presenti 28 capi, tutti ancora provvisti dei rispettivi cartellini e alcuni di questi ancora con le placche antitaccheggio. In merito al possesso di tale merce, i due ragazzi non sono stati in grado di fornire alcuna giustificazione, né di esibire alcuno scontrino fiscale.

Al termine degli accertamenti, i capi di abbigliamento sono stati restituiti al responsabile del negozio “H&M”, che ha confermato che la merce era stata poco prima sottratta dal punto vendita, quantificandone il valore in 470 euro. I due giovani sono stati denunciati per ricettazione e posti a disposizione del locale Ufficio Immigrazione, che ha provveduto alla loro espulsione dal territorio nazionale.