Ruba vestiti per quasi 500 euro, 30enne arrestata a Verona

In un negozio del centro di Verona la donna ha cercato di rubare capi di abbigliamento per quasi 500 euro. La Polizia le ha anche sequestrato un dispositivo per la rimozione delle placche antitaccheggio.

Polizia Verona Coin

È entrata ieri, mercoledì 31 agosto, intorno alle 19 nel negozio Coin in via Cappello e, dopo aver prelevato dagli scaffali del reparto maschile diversi capi di abbigliamento, è entrata all’interno di un camerino, ha staccato le placche anti-taccheggio e ha infilato gli abiti all’interno di due grosse borse, per poi uscire dal negozio senza pagare.

La condotta sospetta della giovane, non è però sfuggita all’occhio attento dell’addetto alla vigilanza, che ha osservato le mosse della donna all’interno del negozio e l’ha fermata all’esterno, in attesa dell’arrivo degli agenti delle Volanti.

LEGGI ANCHE: Verona, entrano in servizio 17 nuovi medici di base (su 213 zone carenti)

All’interno delle borse che la donna aveva con sé, oltre ai capi di abbigliamento sottratti, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato anche un dispositivo per la rimozione delle placche antitaccheggio.

Al termine degli accertamenti, la 30enne è stata arrestata per furto aggravato e i capi di abbigliamento – 4 paia di pantaloni ed una giacca, per un valore complessivo di circa 470 euro – sono stati restituiti al responsabile del negozio.

All’esito del rito direttissimo che si è svolto in mattinata, il Giudice ha convalidato l’arresto e disposto la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria una volta la settimana.

LEGGI ANCHE: Ladri di biciclette a Verona, i consigli della Polizia locale e il video del furto