Ruba sui treni, arrestato ladro spendaccione

Sfilava i portagli e cercava di far fruttare al massimo il denaro che prelevava dalla carte di credito. Ad arrestarlo, gli uomini della Polfer di Veneto e Trentino-Alto Adige.

Rubare per spassarsela. Sembra essere proprio questo il principio che ha spinto un cinquantenne napoletano a vivere una vita, se si può così definire, spericolata. Sì perché sono serviti sei mesi di indagini da parte della Polizia Giudiziaria del reparto Polfer di Veneto e Trentino-Alto Adige per identificare il borseggiatore seriale che da tempo riusciva a sfilare i portafogli ai passeggeri sui treni delle regioni Veneto, Lombardia e Trentino.

Una zona battuta specie nella tratta Milano-Venezia, con colpi che fruttavano all’uomo dai 500 ai 2000 euro. Nello sfilare i portafogli infatti era bravissimo; le vittime si accorgevano di esser state derubate solo dopo aver ricevuto l’sms della banca che segnalava il prelievo. Con le carte di credito l’uomo intanto si sollazzava con prelievi spensierati, giornate memorabili al centro commerciale o nelle boutique dei centri storici.

Spendeva e spandeva i soldi degli altri cercando di ottimizzare sempre i guadagni. Amante delle sale Bingo, l’uomo si rifugiava qui a scacciare i sensi di colpa, forse nel tentativo di guadagnare qualcosa che nella sua coscienza potesse apparire come legittimamente suo. L’unica cosa, tuttavia, di cui ora è legittimo proprietario è la misura di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Verona.

Guarda il servizio di Tv7 Verona Network