Rogo del colorificio, l’Ulss ha detto che non c’è diossina

Dopo l’incendio non ci sarebbero tracce di diossina nell’ambiente. L’ha confermato l’Ulss al sindaco di Oppeano Pietro Giaretta. Il maltempo ha sciacquato l’aria e sembra, dunque, scongiurato il pericolo ambientale. Revocata l’ordinanza del primo cittadino che consigliava di tenere porte e finestre chiuse e di evitare l’accensione di condizionatori d’aria.

Questa notte sono state fatte le analisi ambientali nell’area con la raccolta di campioni da parte dei tecnici Arpav dopo il terribile incendio che ha interessato il colorificio Feroni. Il responso è stato comunicato all’amministrazione questa mattina. Rimane in vigore il consiglio di lavare bene la verdura e altri prodotti degli orti.

 

Guarda il servizio di Tg Verona Network: