Roberto Mantovanelli è il nuovo presidente di Acque Veronesi

Oggi si è riunito il primo Consiglio di Amministrazione di Acque Veronesi che ha presentato il nuovo presidente Roberto Mantovanelli e i consiglieri Paola Briani e Mirko Corrà. Tra gli impegni principali del nuovo cda, il completamento del collettore fognario di San Bonifacio, l’adeguamento dello schema fognario depurativo a San Martino B.A. e degli impianti di depurazione di Verona

“Siamo pronti alle nuove importanti sfide” ha detto il nuovo presidente di Acque Veronesi Roberto Mantovanelli, questa mattina durante la presentazione del nuovo Consiglio di Amministrazione.

Laureato in Ingegneria Gestionale all’Università di Padova con specializzazione al Politecnico di Milano, Roberto ha acquisito esperienze professionali in alcune multinazionali e realtà locali nei settori della logistica, della metalmeccanica e termoidraulica. E’ di Salionze e questa è la sua prima esperienza alla guida di un ente pubblico.

Sul piatto, per il periodo 2016-2019, 106 milioni di euro (circa 31 milioni nel 2018 e una quarantina nel 2019), che serviranno a realizzare opere infrastrutturali e opere di adeguamento nei comuni veronesi.

Per quanto concerne i principali cantieri, Acque Veronesi lavorerà in particolare sul collettore fognario della zona est di San Bonifacio, l’adeguamento fognario depurativo di San Martino B.A e degli impianti di depurazione di Verona.

La conferenza stampa di oggi:

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.