Ritorno a scuola, i consigli di Amt3 per affrontare i cantieri

Evitare le circonvallazioni di Porta Nuova e Porta Palio, prediligere i mezzi pubblici a quelli privati e anticipare le partenze: sono questi alcuni dei consigli di Amt3 per affrontare l'inizio della scuola «ai tempi dei cantieri».

Rientro a scuola - Stazione Porta Nuova - autobus Atv corse sospese
Foto d'archivio

Settembre è il momento delle grandi ripartenze. Dopo il ritorno sul posto di lavoro è il momento di tornare a scuola. L’inizio della scuola porta con sé alcune criticità croniche e altre nuove. Gli spazi devono essere adeguati per accogliere gli studenti, mentre i trasporti dovrebbero essere capillari e frequenti. Quest’anno incombe anche il “caro libri“, non solo come dato in sé, ma associato a un’inflazione che da mesi ormai mette in difficoltà le famiglie. In particolare, l’inizio dell’anno scolastico 2023/2024 comporterà un inevitabile aumento del traffico cittadino che, in alcune zone della città, rischia di creare difficoltà per la presenza di alcuni importanti cantieri, come quello per la realizzazione della filovia in via Città di Nimes.

I consigli di Amt3

Per evitare il più possibile disagi e semplificare gli spostamenti, Amt3 ha stilato una lista di consigli utili:

  1. Evitare di transitare nella zona delle circonvallazioni interna ed esterna tra Porta Nuova e Porta Palio, con autovetture private, se non strettamente necessario.
  2. Individuare per tempo itinerari alternativi, anche più lunghi, che non prevedano il transito nel tratto interessato dal cantiere di via Città di Nimes.
  3. Qualora sia necessario il transito nella zona interessata dal cantiere, anticipare sempre la partenza di circa 15 /30 minuti, a seconda della lunghezza del proprio itinerario.
  4. Durante la presenza del cantiere, sarà data massima priorità al trasporto pubblico locale, con corsie preferenziali videosorvegliate per aumentare la velocità commerciale: perciò è vivamente consigliato l’utilizzo dei bus urbani ed extraurbani.
  5. Nel caso non si intenda utilizzare il trasporto pubblico locale, utilizzare mezzi di trasporto alternativo all’auto privata; per i percorsi più brevi l’invito è di privilegiare spostamenti a piedi e veicoli a due ruote.
  6. Tenersi informati mediante i canali internet istituzionali.
  7. Rispettare sempre le indicazioni della segnaletica orizzontale e verticale e, soprattutto, degli agenti di Polizia Locale. I pedoni dovranno seguire i percorsi individuati e gli attraversamenti pedonali.
  8. Evitare di fermare i veicoli per chiedere informazioni, creando intralcio alla circolazione stradale.
  9. Raggiungere la stazione di Verona Porta Nuova con mezzi privati potrebbe implicare rallentamenti e disagi.
  10. In caso di transito di mezzi di emergenza e di soccorso pubblico con segnali luminosi e acustici, si dovrà sempre concedere spazio alla loro circolazione nella nuova viabilità.

«Confidiamo che la diffusione di queste informazioni sia utile a tutte le persone che gravitano intorno al mondo della scuola: insegnanti, dirigenti, studenti, operatori scolastici, personale amministrativo e famiglie degli iscritti. Vi chiediamo perciò di veicolarle quanto prima, affinché possano essere davvero efficaci. Da ultimo, ci appelliamo al senso di responsabilità di ogni singolo cittadino, perché ciascuno nel proprio piccolo può dare un importante contributo per migliorare la qualità della vita della propria città», conclude Amt3.

LEGGI ANCHE: Pedone investito in viale del Lavoro, è grave