Rimosso bivacco abusivo al Giarol Grande

Il bivacco è stato stato trovato ieri dalla Polizia locale sul percorso pedonale in prossimità di via Orti Trezza. Al suo interno c'erano due giovani senza fissa dimora.

bivacco_giarol_esterno

A metà tra una tenda e una baracca, all’interno due giacigli di fortuna improvvisati con cuscini e qualcosa che solo lontanamente assomiglia ad un materasso. Tutto intorno sporcizia, rifiuti e qualche stoviglia. Il bivacco abusivo è stato stato trovato ieri dalla Polizia locale sul percorso pedonale che porta al Giarol Grande, in prossimità di via Orti Trezza. Al suo interno c’erano due giovani senza fissa dimora, due ragazzi poco più che ventenni che sono stati subito sottoposti dagli agenti alle procedure di identificazione.

Dalle verifiche non sono emersi precedenti penali a loro carico, tuttavia a entrambi è stata contestata la violazione del decoro urbano con una multa di 50 euro. Già oggi è previsto un secondo intervento della Polizia locale per ulteriori accertamenti sulle condizioni di vita delle due persone identificate e per dare corso ad una sistemazione più dignitosa. La pulizia dell’area, compresa la demolizione della baracca, è stata affidata ad Amia. 

LEGGI ANCHE: Violenza sulle donne, in Veneto nel 2021 oltre seimila richieste a centri e sportelli

«Non c’è zona del territorio comunale che non sia costantemente controllata dalla nostra Polizia locale – commenta l’assessore alla Sicurezza Marco Padovani -. La sicurezza e il decoro restano le nostre priorità. Nel caso specifico, siamo di fronte ad un caso di occupazione abusiva di suolo pubblico oltre che ad una situazione di degrado. La zona, inoltre, è vicino ad un percorso pedonale molto frequentato dai residenti. Faremo ulteriori verifiche sui due giovani, l’obiettivo è trovare loro una sistemazione dignitosa».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM