Rifiuti, Zaia: «Veneto riciclone, siamo i primi in Italia»

Il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia dimostra soddisfazione per l’approvazione del nuovo Piano sulla gestione dei rifiuti urbani e speciali. 

Luca Zaia profughi
Luca Zaia. Foto d'archivio.

Rifiuti, Zaia: «Veneto riciclone, siamo i primi in Italia»

Ieri la Commissione consiliare ha licenziato l’aggiornamento del Piano rifiuti. «È un ottimo segnale che dimostra l’importante e costante lavoro del Veneto. La nostra regione, infatti, lo rammento, è al primo posto in classifica per la raccolta differenziata: garantisce un servizio ottimale nella gestione e nello smaltimento dei rifiuti ad un costo per i suoi cittadini nettamente inferiore rispetto a quello che devono affrontare i cittadini del resto d’Italia».

Leggi anche: Valpolicella: quattro i Comuni Ricicloni premiati da Legambiente

Con queste parole il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia dimostra soddisfazione per l’approvazione del nuovo Piano sulla gestione dei rifiuti urbani e speciali. 

I prossimi obiettivi

«Il recente rapporto prodotto dall’Osservatorio Regionale sui Rifiuti di ARPAV – ha sottolineato il Presidente – evidenzia come stiamo andando nella direzione giusta in fatto di politiche di gestione dei rifiuti, sia per la raccolta differenziata dove il Veneto è al primo posto sia per il rifiuto indifferenziato, dove più di 400 comuni sono riusciti a raggiungere l’obiettivo del Piano regionale che prevede lo smaltimento inferiore a 100 Kg/abitante/annuo. Oltre ad aver centrato questo importante proposito, come al solito, noi veneti non ci fermiamo qui perché siamo abituati a gettare il cuore oltre l’ostacolo: ed ecco che il prossimo nuovo obiettivo sarà quello di puntare allo smaltimento di rifiuto indifferenziato a 80 Kg/abitante/annuo». 

«Rinnovo i miei ringraziamenti, a quanti, in ambito regionale, – ha concluso il Presidente – lavorano costantemente e con dedizione anche su questo fronte dell’ambiente e della sua salvaguardia che va a garanzia della salute pubblica di oggi e di domani, regalando un futuro più verde ai nostri giovani».   

Il commento dell’Assesore all’Ambiente Gianpaolo Bottacin

«Con questo Piano, che guarda al 2030 – spiega l’Assessore regionale all’Ambiente -, si prosegue in continuità con il piano vigente, che conferma l’ottimo lavoro del Veneto in materia. Il nostro obiettivo prioritario, contenuto nel Piano – prosegue l’Assessore -, è consolidare ulteriormente i risultati sin qui ottenuti senza la necessità di aprire nessuna nuova discarica, nemmeno in ampliamento, nessun ulteriore termovalorizzatore e nessun incremento di potenzialità degli stessi rispetto a quanto già autorizzato oggi. Entro il 2030 vogliamo arrivare al totale abbandono del ricorso alla discarica».

«Un modello, il nostro, che è fonte di ispirazione per molte altre realtà, – conclude l’Assessore – come certificano realtà terze quali Legambiente e che ci ha portato anche a ricevere il plauso del Ministero della Transizione Ecologica per il metodo di aggiornamento adottato, che ha visto un’altissima concertazione con il territorio».

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv