Rifiuta i controlli e aggredisce i Carabinieri, arrestato a San Bonifacio

Un ventottenne senza fissa dimora nella serata di ieri si è rifiutato di mostrare le proprie generalità ai Carabinieri di San Bonifacio, aggredendoli e colpendoli.

Carabinieri San Bonifacio

Nella serata di ieri, la pattuglia della Stazione Carabinieri di San Bonifacio, durante un servizio rivolto alla prevenzione e repressione dei reati predatori, hanno fermato per un controllo A.A., ventottenne, africano, senza fissa dimora e con trascorsi giudiziari, che si aggirava a piedi con al seguito una grande busta contenente oggetti vari.

Leggi anche: Green Pass, nuove regole e flop della manifestazione nazionale

Alla richiesta dei militari di declinare le proprie generalità, il cittadino, originario del Sudan, si è rifiutato, urlando frasi senza senso e scaraventando a terra gli oggetti che portava in mano e rifiutandosi inizialmente di fornire i propri dati anagrafici. Giunta immediatamente sul posto un’altra pattuglia di Carabinieri in ausilio, il cittadino si è scagliato contro i militari, ingiuriandoli e colpendoli con calci e pugni, per poi venire bloccato e arrestato con l’accusa di violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale e resistenza.

Questa mattina è comparso davanti al Giudice del Tribunale di Verona che ha convalidato l’arresto, applicando la misura del divieto di dimora nella Provincia di Verona, in attesa del dibattimento previsto per dicembre prossimo. I militari hanno riportato solo alcune contusioni, medicate presso il locale nosocomio.   

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM