Ricercato dal 2017: 39enne arrestato a Borgo Trento

Sull’uomo pendeva un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti emesso dal Tribunale di Verona nel marzo del 2017.

Ieri pomeriggio la Polizia di Stato ha catturato un trentanovenne originario della Georgia, in Italia senza fissa dimora, destinatario di un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti con contestuale custodia in carcere, disposto dal Tribunale di Verona il 16 marzo 2017.

Il cittadino è stato trovato dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona intorno alle 12.30 in zona Borgo Trento, nei pressi di via Ederle. La cattura è stata, questa volta, resa possibile grazie all’efficiente collaborazione di un residente che, insospettito dalla presenza di uno sconosciuto che si aggirava tra le abitazioni, ha deciso di allertare la Centrale Operativa della Questura. Gli agenti, immediatamente raggiunta la zona residenziale segnalata, sono riusciti ad individuare l’uomo descritto a bordo di un’auto posteggiata tra via Ederle e via Calatafimi

Dopo aver identificato il soggetto, sviluppando le ricerche in banca dati, i poliziotti hanno riscontrato a carico dello stesso un ordine di carcerazione disposto a seguito di condanna per reati contro la persona, contro il patrimonio e per resistenza e minaccia a Pubblico Ufficiale. A seguito degli accertamenti effettuati il 39enne è stato accompagnato presso la casa circondariale di Montorio dove dovrà scontare circa 3 anni di reclusione.