Ricercato per contraffazione arrestato a Verona Porta Nuova

Arrestato lunedì notte dalla Polfer di Verona Porta Nuova un cittadino italiano latitante da più di un mese condannato ne settembre scorso per contraffazione di opere d’arte, falsificazione di monete e filigrane. L’uomo è stato portato il carcere.

Ricercato da più di un mese un cittadino italiano classe ’78 residente a Jesolo da diversi anni che, lunedì notte, è stato arrestato dalla polizia ferroviaria di Verona Porta Nuova. Sull’uomo, pluripregiudicato per rapina aggravata, ricettazione, estorsione, rissa, e oltraggio, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, pendeva un ordine di carcerazione del 24 settembre scorso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Trento.

Il 40enne, che si aggirava per la stazione in orario tardo, ha destato il sospetto degli agenti che, a seguito di un controllo, hanno accertato che a suo carico era stato emesso un provvedimento restrittivo relativo a una condanna passata in giudicato per contraffazione di opere d’arte, falsificazione di monete e filigrane, fatti commessi dal 2010 al 2012 nelle provincie di Verona, Trento, Treviso e Venezia.

Dopo le formalità di rito, è stato portato nel carcere di Montorio dove dovrà scontare una pena di 2 anni e 5 mesi di reclusione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.