Riapre il cortile di Giulietta ed è già boom di turisti

Tanti i turisti presenti stamattina davanti alla Casa di Giulietta per la riapertura del Cortile. Gli ingressi rimangono contingentati, con un massimo di 26 persone presenti contemporaneamente nel cortile, entrata e uscita separate e obbligo di indossare la mascherina.

cortile casa di giulietta

È stato riaperto questa mattina il cortile della Casa di Giulietta. Nessuna cerimonia o taglio del nastro ufficiale, ma tanti turisti in coda già dalle prime ore. Subito dopo l’apertura, infatti, fuori dal cancello c’erano numerose persone provenienti da tutta Italia, pronte a vedere il balcone più famoso del mondo. Il luogo simbolo di Verona e dell’amore, conosciuto a livello internazionale, rimarrà aperto tutti i giorni, dalle 11 alle 17.

All’esterno, una guardia fornisce ai visitatori tutte le indicazioni sui comportamenti da tenere nel cortile. Entrata e uscita sono diversificate e separate. Gli ingressi vengono contingentati per un massimo di 26 persone presenti nello stesso momento. È obbligatorio indossare la mascherina.

«Si sta verificando quello che ci aspettavamo, il turismo di prossimità torna a Verona, un bel segnale di ripartenza – ha detto il sindaco Federico Sboarina, che questa mattina si è recato alla Casa di Giulietta -. Subito dopo la riapertura dell’Arena, il Cortile di Giulietta rappresenta il secondo grande attrattore turistico della nostra città. Gli albergatori ci segnalano infatti già i primi arrivi dall’estero. Ci sono turisti che sono già stati a Verona ma che tornano per rivederla e gustarsela senza la calca a cui erano abituati. Una bella occasione per scoprire anche angoli meno noti della nostra città. Stiamo lavorando per la riapertura del museo nella Casa, anche se saranno necessari protocolli più stringenti dati gli spazi ridotti delle stanze interne».