Rapina a mano armata a Lugagnano, due banditi in fuga

Due malviventi ieri sera hanno creato il panico al centro commerciale La Grande Mela di Lugagnano di Sona. Armati di pistola e a viso coperto hanno rapinato una gioielleria.

Rapina gioielleria Grande Mela (2)
La gioielleria presa di mira

Rapina a mano armata ieri sera, martedì 20 febbraio, in una gioielleria del centro commerciale La Grande Mela a Lugagnano di Sona. In azione due individui mascherati e armati di pistola. Dopo il colpo, i rapinatori sono fuggiti utilizzando una motocicletta.

L’esercizio commerciale assaltato, “Gioielli di Valenza“, fa parte della stessa catena colpita il 7 febbraio scorso da un gruppo di cinque individui armati di fucili e mitra presso l’ipermercato Valecenter di Marcon, Venezia, durante la quale fu presa in ostaggio una commessa.

LEGGI ANCHE: Ztl allo Stadio, a Verona si parte con il piano definitivo

Tuttavia, i Carabinieri non credono che i fatti di Sona siano opera della stessa banda, data la differenza nel metodo operativo. Ieri sera, infatti, i ladri hanno utilizzato un ingresso secondario per avvicinarsi alla gioielleria, entrando armati e minacciando le commesse per ottenere l’incasso, la cui entità non è stata ancora definita.

LEGGI ANCHE: Sr450 Peschiera-Affi vietata ai camion per tutta l’estate

Rapina gioielleria Grande Mela
La gioielleria presa di mira

Durante l’azione, uno dei rapinatori si è ferito rompendo un bancone di vetro per raggiungere la cassa, lasciando tracce di sangue sul posto. Dopo aver sottratto il denaro, i due hanno fatto irruzione tra i clienti in preda al panico per raggiungere la fuga su moto. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine, ma al momento i criminali sono ancora ricercati.

LEGGI ANCHE: Passaporto in provincia di Verona: si può fare anche in 7 uffici postali

Il consigliere regionale Rigo: «Preoccupato e dispiaciuto»

«Sono preoccupato e dispiaciuto per il susseguirsi di questi episodi: creano forte preoccupazione nelle nostre comunità. Ecco perché noi della Lega siamo sempre a fianco delle forze dell’ordine e di ciò che riguarda la sicurezza in generale: certezza della pena e agenti per il controllo della sicurezza, nuove tecnologie e investimenti non bastano mai» è il commento del consigliere regionale Filippo Rigo della LegaLiga Veneta sulla rapina di ieri.

«Sono vicino alle persone che hanno subito uno shock in quei momenti di terrore, dai dipendenti ai clienti del centro commerciale. Siamo sicuri però che le forze dell’ordine faranno del loro meglio per assicurare i malviventi alla giustizia» conclude Rigo.

LEGGI LE ULTIME NEWS