Quinzano, terminati i lavori al campo sportivo

Al campo sportivo di Quinzano l'attività andrà avanti tutta l'estate, prolungando di fatto il calendario stagionale. Terminati infatti i lavori di riqualificazione che hanno interessato l'impianto e che hanno riguardato il completo rifacimento delle tribune e la sistemazione degli spazi riservati alla società guida.

Al campo sportivo di Quinzano l’attività andrà avanti tutta l’estate, prolungando di fatto il calendario stagionale. Ciò in virtù non solo dell‘allentamento delle restrizioni anti Covid, ma anche dei recenti lavori di riqualificazione che hanno interessato l’impianto e che hanno riguardato il completo rifacimento delle tribune e la sistemazione degli spazi riservati alla società guida. 

Si tratta di uno dei centri sportivi più longevi di Verona, tuttavia gli ultimi lavori eseguiti sull’impianto risalgono ad 11 anni fa. La vecchia tribuna, sempre più ammalorata, negli ultimi anni è stata interdetta al pubblico, creando disagi tra gli utenti del campo e gli spettatori. Lo stesso per l’appartamento riservato alle attività associative, che non era più agibile. 

Da qui l’intervento dell’Amministrazione comunale, che, nel 2019, ha dato avvio ad una ristrutturazione del valore di 60 mila euro, a carico dell’assessorato all’Edilizia sportiva. Nel settembre 2020 l’inaugurazione della nuova tribuna, nei cui spazi sottostanti sono stati ricavati capienti magazzini, e del nuovo appartamento risistemato.

Dopo il freno a causa del Covid, ora le attività possono gradualmente ripartire. La società Polisportiva Borgo Trento ha già pronto un programma estivo ricco di proposte per bambini e ragazzi di diverse fasce di età. 

Il sindaco Federico Sboarina si è recato ieri sul campo per verificare l’esito dei lavori e raccogliere eventuali segnalazioni da parte dei gestori. Insieme a lui, la consigliera comunale e delegata di zona Paola Bressan, che a suo tempo ha mediato tra la società guida e il Comune per portare a casa il progetto di sistemazione; il presidente della società guida Polisportiva Borgo Trento Paolo Padovani con il responsabile campo Daniele Righetti.

Coinvolto nella partita anche il direttore della società Alberto Tommasoni. «Questo è senza dubbio uno dei campi del territorio comunale con più storia – ha detto il sindaco-, uno dei primi a sorgere e a diventare meta di centinaia di bambini e ragazzi appassionati dello sport».

LEGGI ANCHE Quinzano, terminati i lavori al campo sportivo

«Il fatto che si trovi in una zona della città lontana dal centro, lo rende ancora più funzionale e strategico, se non ci fosse lascerebbe scoperta questa parte della città. Grazie ai lavori effettuati poco più di un anno fa, ora l’impianto è a posto, le gradinate sono un elemento fondamentale per tutti i centri di livello. Lo sport deve essere garantito a tutti, tanto più in questo momento storico» aggiunge.

Soddisfatta la consigliera Bressan. «Abbiamo lavorato molto per raggiungere questo risultato. Grazie alla sistemazione dell’appartamento, la società guida può svolgere qui tutta la sua attività. Nei giorni scorsi si è verificato un guasto all’impianto di irrigazione, ma già lunedì sarà sistemato».

La replica di Alberto Bozza

«L’amministrazione Sboarina anche nello sport sopravvive grazie all’eredità lasciata da chi l’ha preceduta. Oggi l’ennesima riprova a Quinzano, la cui riqualificazione è stata annunciata dal Sindaco» afferma Alberto Bozza.

«Questa amministrazione è lenta e non ha realizzato di suo nulla da quando si è insediata, se non parte di opere da noi programmate, progettate e finanziate» prosegue. «Prendiamo ad esempio l’impianto sportivo di Quinzano che prevedeva una spesa di 100.000 euro da noi stanziata ancora nel bilancio 2016/2017 e nonostante la chiusura delle tribune dichiarate inagibili dal Comune nell’estate 2018 e i nostri solleciti formali in consiglio comunale, tutto è rimasto fermo fino al settembre 2019 quando sono iniziati i lavori del rifacimento della tribuna che sono terminati oggi dopo ulteriori due anni. Quattro anni è un ritardo disarmante».

«Altro esempio? I lavori del campo sportivo di Poiano, per un importo di 100 mila euro, anche questo progetto era già stato finanziato con i nostri ultimi bilanci (2016/2017) e il bando, dopo un primo esperimento andato deserto, è rimasto nel cassetto dall’estate 2017 fino al 2019.
A che punto siamo oggi? Lavori non ancora iniziati e si ventila che a luglio, forse, possa essere la volta buona!».

«Bene che si sia ormai finito oggi a Quinzano, sia chiaro, ma questo modo di gestire le cose con ritardi mai visti fa davvero male allo sport» conclude. «Giusto per chiudere e riprendere quanto sostenuto in apertura, due anni fa Sboarina&C inaugurava, dopo oltre 1 anno e mezzo di ritardi, la riqualificazione della pista di atletica al centro Consolini, opera programmata, finanziata e progettata dalla nostra amministrazione, e che ora completa di tribune e sotto tribune rifatte lo rende a tutti gli effetti un impianto d’eccellenza regionale. Così come si inaugurerà, spero a breve, il nuovo palazzetto delle Grazie in Borgo Roma, altra opera da noi lasciata in eredità a questa amministrazione».