Prorogate a Verona le ordinanze su piazze e ztl

Prorogate per un’altra settimana le ordinanze del sindaco su Ztl e stazionamento nelle piazze. Fino al 30 novembre compreso, i provvedimenti comunali resteranno invariati. «I cittadini hanno capito che è necessario rispettare questa norma, pur continuando ad uscire e a frequentare attività, negozi e mercati» ha spiegato il sindaco Federico Sboarina.

Prorogate per un’altra settimana le ordinanze del sindaco su Ztl e stazionamento nelle piazze. Fino al 30 novembre compreso, i provvedimenti comunali resteranno invariati. L’unica modifica potrebbe arrivare per piazza Erbe, in modo da garantire l’apertura del mercato anche la domenica.

«L’emergenza sanitaria è ancora in corso e bisogna evitare gli assembramenti. I cittadini hanno capito che è necessario rispettare questa norma, pur continuando ad uscire e a frequentare attività, negozi e mercati» ha spiegato il sindaco Federico Sboarina, questa mattina in diretta streaming. «Nel fine settimana non si sono generate criticità, le persone hanno compreso quale era la ratio delle ordinanze, sia regionali che sindacali. Non a caso il presidente Zaia ha emanato l’ordinanza di divieto di passeggio nei centri storici perchè il fine settimana dell’8 novembre dappertutto c’era stata una vera e propria calca».

«In esecuzione all’ordinanza sabato 21 sono stati messi i controlli agli accessi alla città antica, mentre questo fine settimana non è stato necessario» ha proseguito. «La Polizia locale era presente solo nelle ore di punta, continuando con un controllo dinamico nelle altre vie. Stiamo cercando di garantire da un lato l’aspetto sanitario e dall’altro gli interessi delle categorie economiche, per favorire la frequenza dei clienti in maniera ordinata. La salute della comunità è il requisito essenziale per il suo sviluppo economico, per questo è fondamentale che tutti siamo impegnati. Lo si è visto ieri, in centro storico c’era gente, ben distribuita, e nessuna ressa».

Ztl

Per andare incontro alle attività di ristorazione e ai locali che effettuano il servizio di take away, resta allargato l’orario di ingresso alla Ztl. L’accesso è aperto dalle 10 alle 22, per facilitare la formula del servizio d’asporto e consentire quindi ai veronesi di raggiungere più facilmente ristoranti, bar, pasticcerie, gelaterie dove prendere il cibo ordinato e consumarlo a casa.

Divieto di accesso pedoni

Per un’altra settimana, tutti i giorni, dalle ore 16 alle 6, non è possibile accedere ai giardini di Riva San Lorenzo e al parco giochi di via Cesare Abba; chiusura h24, invece, per piazza Castelvecchio, su cui possono transitare/sostare solo i pedoni diretti ai numeri civici della medesima piazza o chi è in attesa alla fermata dell’autobus.

Divieto di stazionamento con possibilità di transito ma non di assembramento

Tutti i giorni h24 sulle scalinate della Gran Guardia e di palazzo Barbieri (presenti in piazza Bra e nelle laterali piazzetta Municipio e via degli Alpini); in piazza Pasque Veronesi; lungo le alzaie del fiume Adige; nell’area parcheggio via Bassetti a Porta Vescovo. Tutti i giorni dalle ore 16 alle 6 in zona Arsenale, ossia ai giardini Sandro Pertini, in piazza Sacco e Vanzetti e nell’area della vasca; in piazza San Nicolò e nell’area antistante la chiesa, ad eccezione di chi vi si reca; nei giardini di via Volturno. Tutti i giorni dalle ore 18 alle 6 in piazza del Popolo.

Divieto di utilizzo delle panchine

Dal lunedì al sabato h24 in piazza Libero Vinco. Tutti i giorni dalle ore 16 alle 6, in piazza Cittadella. Tutti i giorni dalle 18 alle 6, in piazza Pradaval.

LEGGI LE ALTRE NEWS