Progno di Avesa, mille firme per chiedere interventi urgenti

Da settembre dello scorso anno, dopo la bomba d’acqua, non è più percorribile; poi i lavori di messa in sicurezza, e la mancata realizzazione di un ponte carraio sostitutivo per evitare i disagi alla circolazione. Ora i cittadini di Avesa e zone limitrofe hanno raccolto le firme per chiedere interventi all’amministrazione, che venerdì scorso è stata sul posto per un sopralluogo

Mille firme raccolte in due mesi per chiedere all’amministrazione interventi urgenti per migliorare la viabilità nel tratto di strada nei pressi del cimitero di Avesa. Qui sono in corso infatti i lavori di innalzamento degli argini per la messa in sicurezza del torrente nei pressi del guado in via Camposanto, ma allo stesso tempo non è prevista la realizzazione di un ponte carraio che colleghi le due vie. Questo, secondo i cittadini di Avesa e zone limitrofe, pregiudica di fatto la circolazione, causando disagi.

Tutto era cominciato con la bomba d’acqua di settembre 2018, quando l’acqua del torrente era tracimata. Da allora i lavori di messa in sicurezza, e poi i disagi per la circolazione. Venerdì c’è stato il sopralluogo dell’amministrazione con l’Esercito, che sta studiando alcune soluzioni.

Il 17 aprile il consigliere Alberto Bozza aveva presentato un ordine del giorno nella quale veniva richiamata l’attenzione dell’amministrazione sulla questione. L’ordine del giorno però era stato bocciato dal Consiglio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.