Progetto TAG, a disposizione 243mila euro per le politiche giovanili

Il Comune di Sona, assieme alla Conferenza dei Sindaci Ovest Veronese, percorre l’esperienza della co-progettazione pubblico-privata e realizzerà sul territorio, da novembre 2021 a settembre 2022, una serie di iniziative di politiche giovanili per un ammontare economico pari a 243mila euro.

Gianluigi Mazzi Sona
Il Sindaco di Sona Gianluigi Mazzi

La rete pubblico-privata composta da 37 Comuni dell’Ovest Veronese, Ulss 9 Scaligera – distretto 4, Fondazione Edulife e tre Associazioni giovanili del territorio ha ottenuto un significativo contributo di 120mila euro per il progetto TAG, candidato al bando “Fermenti in Comune” indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le politiche giovanili e ANCI. 

Il progetto, scritto a più mani, è stato riconosciuto come particolarmente significativo anche da ANCI nazionale che lo ha valutato entro i primi dieci su un altissimo numero di richieste, oltre 700 per i Comuni medi.

Un risultato che conferma la bontà del progetto già premiato in passato da Fondazione Cariverona: «Siamo orgogliosi di un percorso che ha ormai una lunga storia alle spalle e che sta generando nuove professionalità e nuove competenze in una forma auto-generativa e non assistenziale, riportando al centro il coinvolgimento e la partecipazione attiva dei giovani veronesi – dichiara Gianluigi Mazzi, Sindaco di Sona e Presidente della Conferenza dei Sindaci – E contribuendo a trasformare la percezione dei nostri ragazzi e ragazze nei confronti del loro territorio, da luogo da abbandonare per trovare opportunità altrove in luogo in cui si possono costruire relazioni, bellezza e futuro. La partnership tra Ulss 9 e Amministrazioni sensibili è fondamentale per dare continuità, autorevolezza e messa a terra delle progettualità attraverso l’azione di ben 43 Educatori che vivono il territorio a stretto contatto con i giovani». 

Leggi anche: Restituire Verona ai giovani grazie a TAG

Questo progetto rappresenta un’innovazione metodologica significativa in quanto, per la prima volta dall’avvento della Riforma del Terzo Settore, il Comune di Sona (capofila progettuale) assieme alla Conferenza dei Sindaci Ovest Veronese ha voluto percorrere l’esperienza della co-progettazione pubblico-privata e realizzerà sul territorio, da novembre 2021 a settembre 2022, iniziative di politiche giovanili per un ammontare economico pari a 243mila euro. La relazione con i soggetti territoriali non è infatti stata regolata, come spesso capita, attraverso una gara d’appalto ma attraverso un percorso che ha consentito di raccogliere sguardi e letture diverse dal territorio, nello specifico quelli delle Associazioni giovanili coinvolte come partner: Associazione (E)Vento tra i salici, Associazione Liberamente Cavaion e Associazione Davicino e di una realtà che si occupa di innovazione sociale e ricerca scientifica come Fondazione Edulife. 

«Questo progetto rappresenta un’opportunità per indirizzare l’energia e la creatività di tanti giovani che spesso si fermano a parlare di idee e sogni al bar o al parco scontrandosi poi con troppi ostacoli nella realtà. TAG offre la possibilità di finanziare piccoli-grandi progetti e trasforma la percezione dal “non si può fare nulla” al “si può fare insieme”», commenta Gianni Martari, coordinatore area educativa per Edulife.

TAG è un progetto che prevede due linee operative d’azione rivolte a giovani tra i 16 e i 30 anni: Bando alle Ciance e Groove.

Gianluigi Mazzi Michele Sartori
Il Sindaco di Sona Gianluigi Mazzi e Michele Sartori, referente area politiche giovanili per il Servizio Educativo Territoriale dell’Ulss 9 Scaligera

LEGGI LE ULTIME NEWS

Bando alle Ciance

È un dispositivo che consente a gruppi informali e associazioni under 30 di realizzare idee e progetti ad alto impatto territoriale attraverso l’erogazione di un contributo fino a 1.500 euro. Questo bando verrà lanciato mercoledì 3/11 e la possibilità di candidare le idee progettuali rimarrà aperta fino al 14/12/2021 alle ore 13:00. Le aree tematiche sulle quali proporre idee riguardano: sociale, culturale, artistico, sportivo, musicale, etc. Tutte le informazioni si trovano qui.

Groove

È uno strumento di politiche giovanili che ha la volontà di coinvolgere cento giovani tra i 18 e i 30 anni in percorsi di cittadinanza attiva della durata di cento ore. I giovani potranno aderire a dieci progettualità territoriali e intercomunali all’interno delle quali i partecipanti stessi sono invitati a ideare, progettare e dar vita a delle azioni e/o eventi, guidati da un tutor e supportati dagli Educatori del Servizio Educativo Territoriale dell’Ulss 9 Scaligera presenti nei Comuni aderenti. Gli ambiti di intervento territoriale riguardano la cultura, l’ecologia, la valorizzazione del territorio, innovazione sociale. A ogni giovane verrà riconosciuto un contributo di 500 euro attraverso un borsa di studio. Le candidature si raccolgono dal 3/11/2021 fino alle ore 13:00 del 2 dicembre 2021 sul sito internet.

Unanime l’intervento delle tre associazioni (E)Vento tra i salici, Liberamente Cavaion e Davicino, partner del progetto, cresciute negli anni all’interno di questo percorso, nel definire TAG «una boccata d’aria fresca: essere giovane e sentirsi dire che puoi essere attore protagonista sul tuo territorio, avere a disposizione dei fondi per realizzare delle iniziative ed ora persino partecipare al tavolo della progettazione. Grandioso».

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv