Pressing Forza Italia sul Veneto, Tajani: «Tosi può essere candidato»

Il leader di Forza Italia Antonio Tajani torna a spendere il nome di Flavio Tosi per la campagna elettorale del 2025, quando in Veneto si tornerà a votare per le regionali.

bernini flavio tosi antonio tajani
La consegna della tessera di Forza Italia a Flavio Tosi (giugno 2022)
New call-to-action

Il segretario di Forza Italia e Ministro degli Affari Esteri Antonio Tajani, dopo averlo fatto già lo scorso dicembre, mette di nuovo il nome di Flavio Tosi fra i papabili candidati alla presidenza della Regione Veneto nel 2025. Tosi è il coordinatore regionale del partito fondato da Silvio Berlusconi.

Tajani ha detto, a Verona a margine della fiera LetExpo: «In Veneto abbiamo un leader regionale che può essere candidato alla presidenza della Regione, mi riferisco a Flavio Tosi», come riporta l’Ansa.

LEGGI ANCHE: Verona attende il sorriso di Papa Francesco

Un pressing che cade nel mezzo degli inciampi della Lega sul terzo mandato e la fase di riequilibrio interno alla coalizione di centrodestra con le elezioni regionali di queste settimane. E proprio il giorno successivo alla presenza a Verona per il G7 del ministro Adolfo Urso, il cui nome si mormora come possibile candidato di Fratelli d’Italia.

«Vedremo, ne parleremo, ci metteremo attorno ad un tavolo» ha aggiunto Tajani. «Noi abbiamo le nostre carte da giocare, con grande rispetto degli alleati. Ma il rispetto che noi abbiamo nei confronti degli altri, deve essere lo stesso rispetto riservato a noi».

LEGGI ANCHE: Arresto cardiaco in strada a Verona: rianimato con il 118 al telefono

Salvini: «Il futuro di Zaia? Ho un’idea»

L’altro vicepremier, Matteo Salvini, leader della Lega, a Padova oggi ha detto: «Zaia può fare tutto quello che vuole. Lui ama il Veneto e visto che molti degli snodi dei prossimi anni passano dall’Europa, diciamo che avere un difensore del Veneto in Europa, ai veneti potrebbe essere utile».

Sulle divergenze con Fratelli d’Italia, Roberto Marcato, assessore del Veneto della Lega, ha anche ventilato anche la possibilità per il partito di correre da solo, con liste civiche e autonomiste.

LEGGI ANCHE: Parte lo sviluppo della Marangona: a breve l’accordo