Porto San Pancrazio, fermato spacciatore. Sequestrati dosi e strumenti

A finire in manette è stato un cittadino di 49 anni, domiciliato in Porto San Pancrazio. Nel processo per direttissima di oggi, in cui il giudice ha convalidato l'arresto, l'uomo ha patteggiato la pena in sei mesi di reclusione e mille euro di multa, con soldi e cellulare restituiti. Ora si trova già in libertà.

Grazie alle segnalazione dei cittadini, gli agenti, coadiuvati dal cane Pico, sono riusciti ad individuare l’appartamento, verificando e osservando i clienti che andavano per acquistare la merce. All’interno dell’immobile sono stati rinvenuti rinvenuti 5 grammi di cocaina, un bilancino di precisione, sostanze da taglio e attrezzature per confezionale le dosi, ed oltre 600 euro in contanti. Nella cantina sono stati scovati dal cane Pico anche 120 gr di marijuana custoditi in una confezione di cellophane oltre ad un altro bilancino.

«Ancora un colpo allo spaccio della droga – afferma il sindaco Federico Sboarina-, l’ennesimo nel giro di pochi giorni. Questa è un’attività che non si ferma mai, prosegue quotidianamente controllando a tappeto tutte le zone più sensibili del territorio e rispondendo in maniera immediata e puntuale alle segnalazioni di cittadini e residenti».

«Le operazioni dei nostri agenti sono sempre puntuali ed efficienti – aggiunge l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato -. I venditori di morte trovano a Verona un contrasto deciso, non ci fermeremo anche perchè l’arma migliore contro gli spacciatori è rendergli la vita impossibile».