Porta Campofiore si apre alla cittadinanza

Un nuovo accesso al Parco della Provianda, polmone verde di 25mila metri quadrati. Proseguono i lavori per rigenerare Veronetta e l'area universitaria circostante.

Apre Porta Campofiore
Si aprono i cancelli di Porta Campofiore.

Dopo tantissimi anni si aprono per la prima volta i cancelli di Porta Campofiore. Stasera alle 19 i veronesi potranno partecipare a una visita guidata all’interno del nuovo Parco della Provianda, varcando la porta ed entrando direttamente da viale Torbido, senza dover più circumnavigare Veronetta.

Nelle prossime settimane il parco sul quale si affaccia il campus universitario di Santa Marta sarà aperto alla città. Mancano solo gli ultimi ritocchi e il collaudo definitivo affinché questo polmone verde della città sia fruibile. L’intenzione è poi quella di restaurare l’ingresso monumentale di Porta Campofiore, nuovo varco d’accesso al parco, intervento che non era previsto dal Bando Periferie. La zona dunque si riqualificherebbe con un varco permanente sul quartiere e un nuovo spazio verde migliorerebbe la visuale di chi si affaccia sui lati della Porta.

Porta Campofiore, all’altezza di via Torbido 17, si trova tra bastione delle Maddalene e Campo Marzo. Fu inserita nel 1865 per mettere in comunicazione via ferro il nuovo stabilimento della provianda di Santa Marta con la stazione ferroviaria di Porta Vescovo. Realizzata su progetto di Anton Naredi Reiner, è caratterizzata da un paramento in blocchi di tufo e mattoni di laterizio e richiama i motivi stilistici del classicismo sanmicheliano. Il basamento e il corpo centrale, nel quale si apre il grande portale ad arco coronato dalla trabeazione, sono a conci di tufi rustici.

«Il restauro complessivo della Porta non è compreso nel Bando Periferie, che prevede, invece, la sistemazione del Muro Alberto della Scala – ha aggiunto l’assessore all’Urbanistica Ilaria Segala -, ma sarebbe strategico per garantire un vero e proprio accesso al quartiere e al parco da sud, e quindi direttamente da viale Torbido. Questo consentirebbe di utilizzare anche gli spazi chiusi che si trovano ai lati della Porta, stanze che potrebbero trovare nuova vita».

Il Parco della Provianda, a cui si potrà accedere da Porta Campofiore, dell’area verde di 25 mila metri quadrati attigua al parco delle Maddalene, altri 15 mila metri quadri già accessibili alla cittadinanza. Dall’avvio del cantiere, nel giugno 2021, sono stati sistemati: i terrapieni, realizzati percorsi ciclo-pedonali, piantumati 58 alberi ad alto fusto tra cui un doppio filare di 58 tigli in corrispondenza di quello che sarà il futuro viale Monumentale, un percorso pedonale che collegherà Porta Vescovo all’attuale Università.

«Porta Campofiore potrebbe diventare l’ingresso monumentale al Parco della Provianda, ma anche un nuovo varco di accesso per Veronetta – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Luca Zanotto -. Il quartiere sarà completamente rigenerato tra qualche anno. Aree verdi, percorsi ciclabili, nuova palestra, è in atto la trasformazione di quest’area. E gli escavatori sono al lavoro per aumentare la superficie verde verso il Polo Zanotto. Un risultato senza precedenti».

Questa mattina gli assessori ai Lavori pubblici e all’Urbanistica erano in sopralluogo alla Porta, dove si stanno ultimando i preparativi per la visita guidata di questa sera. Iniziativa aperta a tutti e a ingresso libero.

Guarda il servizio Tg su Radio Adige tv:

LEGGI LE ULTIME NEWS

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv