Ponte di Bassano verso riconoscimento come monumento nazionale

L’assessore alla scuola e al lavoro della Regione Veneto, Elena Donazzan, esprime soddisfazione per il primo risultato ottenuto in commissione Cultura della Camera dalla proposta di legge per il riconoscimento del Ponte di Bassano come monumento nazionale.

«Il ponte di Andrea Palladio, conosciuto più popolarmente in tutta Italia come Ponte degli Alpinicommenta l’assessore veneto – merita certamente il titolo di monumento nazionale, in quanto simbolo di ricostruzione dopo ogni conflitto, e in particolare dopo la Prima guerra mondiale che ha visto il nostro territorio colpito. Quel ponte è simbolo di una identità forte, di carattere e di capacità di rialzarsi».

Alla vigilia dell’adunata nazionale degli alpini di Milano, che ricorda i cento anni della costituzione dell’associazione, il primo sì ottenuto alla Camera al riconoscimento come ‘monumento nazionale’ rappresenta – per l’assessore – «un buon messaggio per i tanti veneti che parteciperanno all’adunata e quasi un ringraziamento per il lavoro di ricostruzione morale che le penne nere quotidianamente svolgono, a partire dalle nostre comunità».

«Mi auguro che presto si perfezioni l’iter normativo per l’iscrizione del Ponte palladiano nella lista nazionale – conclude Donazzan – perché rappresenterà certamente una maggiore tutela nel rispetto verso un monumento che negli ultimi anni è stato vittima di troppi errori e di una gestione non all’altezza della sua rilevanza».