Polizia locale, 30 persone e 21 veicoli controllati

Sono diversi i controlli effettuati in queste settimane dalla polizia locale nell'ambito dell'operazione "Estate sicura". Da giovedì 30 le persone e 21 i veicoli controllati. Focus su bar rumorosi e parchi pubblici. Controlli intensificati anche al Quadrante Europa, dove nel mese di luglio sono stati 130 i mezzi controllati.

Controlli Polizia locale
Foto d'archivio

Circa una trentina di persone e 21 veicoli sono stati controllati giovedì sera dalla Polizia locale in diverse zone della città. L’ennesimo intervento, che rientra nell’operazione ‘Estate sicura‘, si è concentrato su alcune aree più sensibili, come i giardini e le piazze di quartiere, oltre che sui cosiddetti bar “fracassoni“, fenomeno molto sentito dai residenti nel periodo estivo.

Nel dettaglio: sei giovani sono stati identificati nel parco ‘La Fratellanza’ a San Massimo, segnalati dai cittadini per disturbo alla quiete pubblica; la stessa segnalazione è stata fatta per via Ca’ di Mazzè in zona Palazzina, dove sono state identificate cinque persone e controllati due autobus Atv. Controlli anche al parco San Giacomo e al vicino parcheggio di via Bengasi, dove sono state identificate tre persone e controllati 2 veicoli, in piazzale XXV Aprile e al Tempio Votivo. Contrasto alla prostituzione in zona Stadio, piazzale Guardini, strada statale 11, via Pasteur, via Torricelli e tutta la ZAI storica. 

Sul fronte viabilità, le verifiche si sono concentrate in zona lungadige Matteotti e ponte Garibaldi, dove sono stati sanzionati 9 veicoli per divieto di sosta. Controlli anche in lungadige San Giorgio, via Seghe S. Tomaso, Santa Maria in Organo, Torre Pentagona, piazza Simoni, vicolo Ostie, Largo Divisione Pasubio, piazza Cittadella, Castel S. Pietro e relativo parco, via Macello. Sanzionato un ciclista in via Pallone/del Fante. Diversi i locali ed esercizi pubblici controllati per il rispetto del regolamento sul rumore e le verifiche contro i bivacchi. In via Faccio sono stati individuati dei mendicanti ed è stato disposto un daspo urbano. 

«L’operazione ‘Estate sicura’ prosegue senza sosta e interessa tutto il territorio comunale, nessuna zona esclusa – afferma l’assessore alla Sicurezza Marco Padovani -. Massima attenzione, in questo periodo estivo, ai fenomeni degli schiamazzi e dei bar fracassoni, situazioni di fastidio alla cittadinanza e che sono proprio i residenti a segnalarci con richiesta di intervenire. Ringrazio gli agenti per il lavoro che svolgono su più fronti, dalla sicurezza alla viabilità, per dare risposte concrete ai cittadini».

I controlli al Quadrante Europa

Nel primo mese di controlli mirati sui mezzi pesanti al Quadrante Europa, sono complessivamente 130 i veicoli controllati dalla Polizia Locale, con un totale di più di 100 sanzioni e provvedimenti comminati.Il lavoro degli agenti rientra nel piano di potenziamento delle attività della Polizia Locale di Verona presso il Quadrante Europa iniziato a luglio dopo la firma del protocollo tra il sindaco Federico Sboarina e il presidente Matteo Gasparato. 

Il protocollo prevede il controllo del territorio giornaliero con pattuglie e servizi dedicati con operatori specializzati nel controllo dell’autotrasporto contro i reati di falso documentale, è in generale per garantire una migliore sicurezza integrata. Un tavolo tecnico permanente tra il Comando della Polizia Locale e i vertici del Consorzio ZAI, analizza i fenomeni giorno per giorno, in particolare con riferimento al cabotaggio, ai tempi di guida e riposo degli autisti, ai falsi documenti di guida e di trasporto, alle merci pericolose e ai reati di furto e di ricettazione che vengono segnalati in zona. Il Consorzio ZAI ha contribuito con l’acquisto di una nuova e moderna apparecchiatura ad alta tecnologia per l’individuazione dei falsi documentali, permettendo alla Polizia Locale di Verona di allinearsi alla raccomandazione 1999/C 140/01 del Consiglio Europeo emanata il 29 aprile 1999, riguardante le “dotazioni per l’individuazione dei documenti falsi e falsificati nei servizi responsabili per i visti delle rappresentanze all’estero e presso le autorità nazionali preposte al rilascio e al rinnovo dei visti” con personale formato e qualificato nel riconoscimento di documenti falsi e falsificati. 

Nel mese di luglio, tra i 130 automezzi controllati al Quadrante Europa, spicca come dato l’arresto di un autista di autocarro per carta d’identità falsa, con sequestro del documento falsificato. Un autocarro è stato posto sotto sequestro perché non assicurato, mentre in un caso la sanzione è stata comminata per trasporto merci irregolare. Ben 66 le infrazioni per sosta irregolare a cui si aggiungono 27 verbali redatti dagli agenti per varie tipologie di violazioni commesse. Sono 14 le infrazioni accertate al controllo del cronotachigrafo, 4 per mancanza di documenti, 2 per mancanza di cinture di sicurezza ed infine una per guida non commisurata a situazioni ambientali e una per eccesso di velocità per categoria di veicoli. 

«È una grande soddisfazione, perché i numeri registrati dopo solo un mese dall’introduzione del protocollo ci danno ragione riguardo alla nostra volontà di fare controlli mirati, in particolare al Quadrante Europa sui mezzi pesanti – sottolinea l’assessore alla Sicurezza Marco Padovani -. Questo per salvaguardare la sicurezza di tutti in un punto chiave del traffico commerciale internazionale. Anche in questa occasione la sinergia tra Amministrazione comunale e mondo imprenditoriale, supportata dall’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, ci ha permesso di ottenere ottimi risultati in ambito di sicurezza della cittadinanza. Ringrazio il Comando della Polizia municipale per l’impegno».

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈

SEGUI DAILY VERONA
ANCHE SU
👉 GOOGLE NEWS 👈
A QUESTO LINK