Più videosorveglianza a Sona: al via i lavori

Il comune di Sona ha approvato il progetto per ampliare la videosorveglianza nel territorio comunale, per un importo complessivo di 250mila euro, co-finanziati al 50% da fondi ministeriali.

telecamere tangenziale
Foto d'archivio
New call-to-action

Sicurezza urbana al centro dell’attenzione dell’Amministrazione di Sona che annuncia l’approvazione del progetto esecutivo per i lavori di ampliamento del sistema di videosorveglianza e lettura targhe nel territorio comunale per un importo complessivo pari a 250mila euro, co-finanziato al 50% con fondi ministeriali.

Qualche giorno fa a Sona, si è svolta una serata molto partecipata, nella quale i Carabinieri della Stazione di Sommacampagna e di Villafranca di Verona, insieme alla Polizia Municipale di Sona, hanno dato utili consigli per prevenire e difendersi dai furti nelle abitazioni e dalle truffe. Nel corso dell’incontro, il Sindaco del Comune di Sona Gianfranco Dalla Valentina, aveva informato la cittadinanza presente della volontà di inserire 23 telecamere distribuite in venti nuove zone di monitoraggio all’interno del territorio comunale, in corrispondenza delle vie di accesso ai paesi: «Sono risorse importanti per aumentare la sicurezza dei cittadini, fornendo uno strumento di monitoraggio attivo del flusso veicolare alla nostra Polizia. Lo scopo è favorire la rilevazione di situazioni di pericolo, consentire la ricostruzione rapida dei movimenti di veicoli e persone sospette e agevolare l’intervento immediato delle forze dell’ordine». Al contempo, il sistema di videosorveglianza permette di rilevare i veicoli in transito privi di regolare copertura assicurativa, non in regola con la revisione periodica, sottoposti a fermo amministrativo e rubati. Ciò faciliterà il lavoro della Polizia Locale che, nel 2023, ha accertato 42 omesse revisioni e 7 omesse assicurazioni, oltre ad aver rilevato 22 sinistri ed eseguito 3 accertamenti per guida in stato di ebrezza. 

L’ampliamento del sistema di videosorveglianza e controllo riguarderà anche l’adeguamento dell’infrastruttura di rete, le opere impiantistiche e civili necessarie alla posa e all’installazione, nonché dei più avanzati meccanismi di protezione delle informazioni e della trasmissione dei dati. In ogni punto di ripresa verranno affissi cartelli di avviso, così come previsto dalla vigente informativa sulla protezione dei dati personali.

La centrale operativa dove verranno trasmesse le immagini ed i transiti registrati dalle nuove telecamere è allestita presso il Comando della Polizia Locale in Piazza Roma a Sona e verrà messa a disposizione delle forze di Polizia e dei Carabinieri, come spiega l’Assessore Maurizio Moletta: «La videosorveglianza risulta fondamentale per la verifica degli eventi delittuosi e, talvolta, anche per accertare le responsabilità in caso di sinistri stradali. Moltiplicare gli occhi sul territorio per questo tipo di reati, consente agli agenti di essere più presenti nei nostri paesi, dedicandosi alle attività di prevenzione fuori dai plessi scolastici e di dissuasione dei furti nelle abitazioni. Così come di presidiare le numerose manifestazioni organizzate nel nostro Comune, assicurando la presenza in 54 tra eventi e serate lo scorso anno, in aggiunta ai servizi serali ordinari. Il desiderio dell’Amministrazione, investendo queste risorse, è che l’attività della nostra Polizia possa diventare sempre più preventiva e meno repressiva, grazie anche ad un maggiore rispetto delle regole da parte dei nostri concittadini».