Piassaroti multati, Tosi: «Per Sboarina cittadini come bancomat»

Flavio Tosi

Ci sarebbe una restrittiva interpretazione del regolamento comunale alla base delle multe inflitte ai “piassaroti” da parte della polizia municipale nei giorni scorsi. Questa la denuncia dell’ex primo cittadino Flavio Tosi, che ha commentato in modo piccato i provvedimenti di Sboarina che, secondo il consigliere «dovrebbe darsi una mossa per approvare il piano di riordino di piazza Erbe su plateatici e tendaggi».

«È il nuovo capitolo dell’infinita saga dal titolo ‘I cittadini per Sboarina sono un bancomat‘. La Giunta Sboarina infatti continua a tartassare i cittadini, a usare i loro soldi per coprire i buchi che ha creato nel bilancio del Comune e delle partecipate, si pensi ad Amia. E così ecco i 30mila euro di multe ai piassaroti, che sono conseguenza di un’interpretazione volutamente manichea, talebana e restrittiva del regolamento e che sono l’ultimo episodio di un’amministrazione nemica di cittadini, turisti, categorie economiche, lavoratori e imprese». Commenta così il consigliere Flavio Tosi la notizia di 15 ambulanti in piazza Erbe multati per violazioni alle norme sul commercio e al regolamento comunale

Tosi ricorda: «Si è cominciato con l’aumento sproporzionato della tassa di soggiorno e dei ticket sui bus turistici, che hanno messo a disagio il nostro comparto turistico. Poi si è proseguito con il massacro per le migliaia di persone che lavorano o hanno attività in centro storico con l’accensione sregolata e senza ‘finestre’ orarie delle telecamere all’uscita della ztl. Poi il divieto dei plateatici negli stalli blu. – continua Tosi – Ora la guerra ai piassaroti, che sono una tradizione della nostra città e conducono una vita di duro lavoro e sacrifici. E sono ridicole e patetiche insieme le dichiarazioni da sceriffo alle vongole dell’Assessore all’Insicurezza Polato, che mentre esibisce orgogliosamente le multe ai piassaroti ha riempito Verona di accattoni e di balordi e intanto sono aumentati i reati».

L’ex sindaco invita poi Sboarina “finalmente a darsi una mossa per approvare il piano di riordino di piazza Erbe su plateatici e tendaggi definito dalla mia amministrazione in accordo con le categorie economiche, gli esercenti e la Sovrintendenza. È lì che per colpa del sonnolento Sboarina da due anni prende polvere. Ecco, anziché dare multe a caso ai piassaroti, magari il Sindaco si desse una svegliata e pensasse a ciò che è prioritario».