A Bosco Buri piantate quasi duemila piante per ogni neonato veronese

Circa 1.700 giovani alberi e arbusti di varie specie sono stati piantati in queste settimane a Bosco Buri a Verona. L'iniziativa fa parte del progetto "Un albero per ogni nato", che prevede la messa a dimora di una pianta per ogni bambino veronese nato tra il 2019 e il 2020.

sboarina piante bosco buri
Un momento della visita
New call-to-action

A Bosco Buri piantate quasi duemila piante per ogni neonato veronese

sboarina piante bosco buri
Il sindaco Sboarina con una delle nuove piante

Una nuova piccola area boschiva è nata in via Brazze, a Bosco Buri. 1.700 giovani alberi e piccoli arbusti di varie specie, sono stati infatti messi a dimora in queste settimane in un’area di circa 9.500 mq. Ogni pianta rappresenta uno dei quasi quattromila bimbi veronesi nati nel biennio 2019-2020. Per loro è in corso, in diverse zone del territorio comunale, una vasta campagna di riforestazione urbana avviata dall’Amministrazione con il progetto “Un albero per ogni nato”.

La campagna

Si tratta di un intervento dal forte impatto ambientale. Per esso, l’Amministrazione ha investito la somma di oltre 205mila euro. Il progetto si aggiunge al più vasto intervento di riforestazione urbana avviato dal 2017. Proprio quest’ultimo ha visto la messa a dimora di circa 40mila nuove specie tra piante e arbusti.

Le parole del sindaco Federico Sboarina

«La forestazione urbana promessa continua – sottolinea il sindaco Federico Sboarina –. Quartiere dopo quartiere interveniamo non solo per mantenere e curare il verde esistente, ma anche per incrementarlo. A fronte di qualche unità di alberi tagliati, dal 2017 sono state messe a dimora circa 40mila nuove specie, tra piante e arbusti. Ora se ne aggiungono altre, tra cui le 1.700 di oggi, a dimostrazione di un impegno concreto in favore dell’ambiente, che nel giro di poco tempo darà benefici anche sulla qualità dell’aria».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Tipologia delle nuove piantumazioni

sboarina piante bosco buri
Il sindaco Sboarina e l’assessore Padovani

Si va dall’acer campestre al quercus robur, oltre al carpinus betulus e al fraxinus. Tutte piante autoctone, scelte in base alla tipologia del terreno e con caratteristiche che le rendono idonee alla zona oltre che alla finalità del progetto.

L’impianto automatico di irrigazione a goccia automatico

Inoltre, i tecnici hanno predisposto un impianto di irrigazione a goccia automatico nell’area piantumata. Questo garantirà, in particolare nei mesi estivi, la giusta irrigazione delle piante. Nell’intervento anche la messa a dimora di cinque alberi lungo il viale di entrata al parco Buri.

L’attenzione al verde

«L’attenzione al verde è costante – spiega l’assessore ai Giardini Marco Padovani –. Se da una parte sostituiamo le piante ammalate e pericolose, dall’altra piantiamo numerosi nuovi alberi per una vera e propria riforestazione urbana. Questa piantumazione si aggiunge all’altro importante intervento effettuato recentemente sempre a Bosco Buri, che ha riguardato la creazione di una pista ciclabile che da qui arriva fino San Martino Buon Albergo».

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM