Peschiera del Garda, due arresti per tentato furto

Nella mattinata di ieri i Carabinieri di Peschiera hanno arrestato un uomo per il furto di uno zaino e un addetto alle pulizie di un campeggio per il tentato furto di un bungalow.

Carabinieri di Peschiera
I Carabinieri di Peschiera
New call-to-action

I Carabinieri della Compagnia di Peschiera del Garda, hanno tratto in arresto G.A., un algerino trentaduenne con precedenti di polizia, irregolare sul territorio italiano, in quanto responsabile di un furto.

In particolare, i militari della locale Stazione Carabinieri, ieri mattina, mentre eseguivano un servizio perlustrativo, venivano fermati da un cittadino il quale riferiva loro che poco istanti prima, mentre stava prelevando del danaro da uno sportello bancomat sito in via Venezia di Peschiera del Garda, aveva subito il furto del suo zaino che aveva lasciato in auto. Non appena accortosi del furtio, ritornava nelle vicinanze della banca dove aveva modo di notare un ragazzo, già visto poco prima nei pressi dello sportello ATM, che eseguiva un prelievo.  

Leggi anche: Case AGEC, verifiche a tappeto e nessun reato riscontrato

Informati dalla vittima di quanto gli era accaduto, pertanto, i militari hanno proceduto a perquisire l’uomo, trovato in possesso di tutti gli oggetti contenuti nello zaino rubato, e altri risultati oggetto di furti avvenuti poche ore prima.

Il soggetto, quindi, è stato tratto arresto e trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa di essere giudicato con il rito direttissimo fissato per la mattinata odierna. All’esito dell’udienza il G.I.P., dopo la convalida dell’arresto, disponeva la liberazione dell’arrestato e rinviava l’udienza ad altra data.

Nella stessa giornata i Carabinieri di Peschiera hanno poi tratto in arresto per tentato furto F.M., un diciannovenne residente nel Veronese. Il responsabile della sicurezza di un noto campeggio di Peschiera del Garda ha infatti chiesto l’intervento di una pattuglia dei Carabinieri poiché aveva bloccato un ragazzo mentre tentava di darsi alla fuga uscendo da un bungalow attraverso la finestra. Ai militari, in particolare, è stato riferito che il ragazzo fermato era un addetto delle pulizie della società incaricata dalla direzione della struttura e che, dopo essere stato visto aggirarsi furtivamente tra le casette mobili, era stato visto uscire dalla finestra del bagno di una di queste.

L’ospite della casetta, un turista di nazionalità tedesca, tuttavia non accertava ammanchi se non la rottura dei sanitari sui quali l’intruso era salito per scavalcare la finestra. Per questi motivi veniva tratto in arresto e trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia gardesana sino alla mattinata odierna quando è comparso davanti al GIP del Tribunale scaligero che convalidava il provvedimento d’arresto senza, tuttavia, applicare misure cautelari nei suoi confronti. Il giovane è stato, pertanto, rimesso in libertà in attesa della data del processo non ancora fissata.