Pazienti ustionati a Bolzano, morto a Verona l’uomo di 31 anni

Non ha superato la fase acuta l’uomo di 31 anni, uno dei due ustionati nel grave incidente di Bolzano e trattato con uno speciale gel all'ospedale di Borgo Trento di Verona. Stazionario, ma grave il collega.

Ospedale Borgo Trento Centri Vaccinali
L'Ospedale di Verona Borgo Trento

Non ce l’ha fatta a superare la fase acuta delle 72 ore uno dei due pazienti arrivati in ospedale a Verona nella notte fra giovedì 20 e venerdì 21, in seguito all’esplosione nello stabilimento Aluminium di Bolzano.

L’uomo di 31 anni, di origini senegalesi, è deceduto nel tardo pomeriggio di ieri, sabato 22, per le pesanti conseguenze che il politrauma da ustione sul 57% del corpo aveva prodotto negli organi interni. Il quadro clinico generale era apparso da subito molto critico, tanto che dal Pronto Soccorso di Bolzano è stato trasportato al Centro grandi ustionati dell’ospedale di Borgo Trento.

LEGGI ANCHE: Incidente mortale in A4 fra Verona Est e Verona Sud

Dopo i trattamenti riservati a questi casi fatto dai chirurghi plastici con lo speciale gel e durato molte ore, il paziente è stato ricoverato in Terapia intensiva, diretta dal professor Enrico Polati, per la stabilizzazione delle condizioni generali. Il peggioramento del quadro gravissimo si è verificato nel pomeriggio di ieri con un episodio acuto a carico dei polmoni. La salma è ora a disposizione dell’Autorità giudiziaria per le indagini in corso.

Al momento appaiono, invece, stazionarie nella criticità le condizioni dell’altro paziente di 33 anni. La prognosi resta riservata perché la situazione permane molto critica e non si è ancora conclusa la fase acuta.

LEGGI ANCHE: Omicidio a Lazise, vittima un uomo di 67 anni