Pasetto (Più Europa): «Mi dà fastidio sentire certe affermazioni su Tommasi»

Giorgio Pasetto, candidato di Più Europa a sostegno di Damiano Tommasi, commenta i risultati degli exit poll e alcune affermazioni su Tommasi che definisce «sparate a casaccio».

Giorgio Pasetto
Giorgio Pasetto
New call-to-action

La coalizione Rete! di Damiano Tommasi festeggia i dati degli exit poll, in attesa dello scrutinio di oggi. Giorgio Pasetto, candidato nella lista federata di Azione e Più Europa, commenta: «Gli exit poll è evidente che hanno ampio margine di errore, ma comunque ci dicono che a Verona Tommasi è primo e sicuramente andrà al ballottaggio».

LEGGI ANCHE: Scipione a Verona raddoppia, il bus serale diventa a chiamata in nuove zone

«Detto questo, mi dà fastidio sentire affermazioni, sparate a casaccio, relative a Damiano Tommasi come Sindaco di Verona: “cosa vuoi che faccia un calciatore”, “è inesperto”, “non conosce Verona”, “è un dilettante allo sbaraglio”, ecc. Ho conosciuto e osservato Damiano in questi mesi con attenzione ed evito di parlare della sua esperienza alla presidenza del sindacato calciatori, ma vorrei solo affermare dal mio punto di vista di imprenditore appassionato di politica, che la scuola bilingue dedicata a Don Milani, che Tommasi ha a Pescantina, è anche oggetto di studio dell’Università di Harvard».

LEGGI ANCHE: Ca’ del Bue: il Comune di Verona chiede approfondimenti ad Agsm Aim

«Da veronese mi auguro che nei prossimi 14 giorni (salvo contestazioni, tra Sboarina e Tosi, sui voti dubbi, modello Biden-Trump) di campagna elettorale ci sia esclusivamente un dibattito sulle idea della Verona che verrà, con proposte concrete per risolvere i numerosi problemi attuali».

LEGGI ANCHE: Carcere di Verona: aumenta la popolazione e il disagio psichico

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM