Parole di Zenti, visioni opposte di Valdegamberi e Pasetto

Le parole di mons. Zenti su teoria gender, aborto ed eutanasia provocano diverse reazioni anche a livello di politica locale. Tra le prime quelle di Stefano Valdegamberi e di Giorgio Pasetto. Si inserisce nella questione anche Mao Valpiana che si rivolge al Papa per avere «un nuovo pastore degno e adeguato ai tempi».

Stefano Valdegamberi e Giorgio Pasetto.
Stefano Valdegamberi e Giorgio Pasetto.

La presa di posizione etica a valoriale del vescovodi Verona Giuseppe Zenti, a pochi giorni dal ballottaggio, infiamma il dibattito sul web e mette in agitazione gli ambienti della politica locale. Ad avere due posizioni e due giudizi diametralmente opposti sull’uscita di Zenti, che ha inviato due giorni fa una lettera ai confratelli per chiedere loro di individuare le «sensibilità» le cui attenzioni non siano «alterate dall’ideologia del gender, dal tema dell’aborto e dell’eutanasia», sono il consigliere regionale del Gruppo misto, e presidente dell’associazione Vale Verona, Stefano Valdegamberi, e il coordinatore di + Europa/Azione Verona Giorgio Pasetto.

Valdegamberi: «Parte del programma di Tommasi suscita preoccupazioni»

«Bene ha fatto il nostro Vescovo a richiamare l’attenzione sui programmi dei candidati, guardando quali sensibilità sono riservate al tema dell’aborto, all’eutanasia e alla famiglia, non alterata dall’ideologia del gender. Bisogna assolutamente evitare che le Pubbliche Amministrazioni locali siano promotrici di iniziative che sposano l’ideologia gender, bypassando con sotterfugi le norme nazionali» afferma Valdegamberi, che assieme a Famiglia è Futuro, che si è unita a Vale Verona, ha dato vita a Verona al Centro per sostenere la campagna di Federico Sboarina.

«La presenza esplicita nel programma del candidato Tommasi di iniziative volte a promuovere l’ideologia gender, suscita molte preoccupazioni. Quali libri vorrebbe portare negli asili e nelle scuole materne di Verona?» chiosa il consigliere regionale.

Pasetto: «Instillare paure insistenti fa male alle famiglie veronesi»

«Sarebbe meglio se la scelta di chi amministra una città restasse laica e legata a programmi concreti, ugualmente a beneficio di tutti, ma a Verona siamo ormai abituati alle invasioni di campo da parte di chi, invece che amministrare, a modo suo vorrebbe moralizzare. Non sorprendono quindi le dichiarazioni di Mons. Zenti, alle quali è doveroso replicare». commenta Giorgio Pasetto.

«Non mi permetto di valutare il punto di vista della fede, ma da quello civile, i valori universali che devono essere vivi in una città giusta, sono quelli della tolleranza, dell’uguaglianza, delle libertà individuali. Le carenze di cui parla Zenti, sono tutte nella destra che fino ad ora ha amministrato Verona e che l’ha ridotta ad una immagine di città bigotta, intollerante e arretrata. Instillare paure, ricorrendo a formule inesistenti come la “teoria gender” o temi che nulla hanno a che vedere con l’amministrazione di una città, fa male alle famiglie veronesi, che hanno l’unico bisogno di far crescere giovani aperti e pieni di prospettive. Il consenso vastissimo ottenuto al primo turno dalla coalizione che sostiene Damiano Tommasi, dimostra che per fortuna c’è una Verona che sa riconoscere chi rappresenta valori sani e di tutti, cristiani o civili che siano» conclude il leader veronese dei radicali».

Valpiana: «Attendiamo un pastore degno e adeguato ai tempi»

Nella querelle a distanza, tra i due, si inserisce anche Mao Valpiana, presidente del Movimento Nonviolento: «A Verona abbiamo un Vescovo scaduto e scadente. Come i suoi amici ex sindaci scaduti e scadenti fa mosse della disperazione perché ha capito che quel mondo di potere è finito. L’onda gialla di Damiano Tommasi sta arrivando. Da lunedì Verona gira pagina. Chiedo che Bergoglio e Zuppi si mettano una mano sul cuore e mandino in città finalmente un pastore degno e adeguato ai tempi. C’è una Diocesi da ricostruire dopo il deserto fatto dal vescovo scaduto e scadente».

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?👉 È GRATUITO!👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM