Tutte le tappe di una giornata storica

La cronaca in diretta della visita del Santo Padre a Verona.

ORE 18 Le foto della giornata

ORE 17.15 Messa terminata, Pompili: «Grazie per averci donato la gioia del Vangelo»

Terminata la messa con le parole del Vescovo Pompili, che ha ringraziato Papa Francesco: «Nei giorni scorsi, sotto la pioggia, mi hanno detto “Non c’è sabato senza sole, non c’è donna senza amore”. E oggi sarebbe stata una bellissima giornata lo stesso. La donna non è Giulietta, ma siamo noi, è la chiesa di Verona convocata nella Pentecoste, qui per dirle grazie di averci donato la gioia del Vangelo. I bambini, nell’accoglierla davanti a San Zeno, hanno invocato un cielo senza nuvole e, subito dopo, in Arena ci ha persuasi che la pace non viene dall’alto, ma è un percorso che parte dal basso. Nelle sue encicliche la pace è la prospettiva unificante del suo pensiero e della sua vita. Per questo desideriamo impegnarci ad avviare processi capaci di invertire la rotta per uno sviluppo integrale. Caro Papa Francesco, le assicuriamo il dono della preghiera».

ORE 16.00 Papa Francesco al Bentegodi per la Messa: «Dobbiamo cercare l’armonia»

Ha inizio la messa di Papa Francesco al Bentegodi. Dopo un “giro di campo” per salutare i fedeli, il Santo Padre è salito sul palco per celebrare la messa. A metà della cerimonia è subentrato Monsignor Domenico Pompili nella celebrazione della messa.

ORE 15.30 Papa Francesco entra al Bentegodi: lo stadio in visibilio

Papa Francesco è arrivato allo stadio Bentegodi per la messa davanti a 31mila persone. L’arrivo del Santo Padre è avvenuto con una mezz’ora di ritardo rispetto alla tabella di marcia. Il Papa è arrivato a bordo di un caddy insieme al Vescovo Domenico Pompili.

ORE 13.40 Lo stadio Bentegodi già pieno in attesa di Papa Francesco. Presente anche il Presidente Zaia

Sono già migliaia le persone all’interno dello stadio Bentegodi dove, alle 15.00, Papa Francesco celebrerà la messa. In attesa del Santo Padre anche il Governatore del Veneto, Luca Zaia, che ha seguito Papa Francesco fin dal suo arrivo questa mattina.

ORE 12.49 Il discorso di Papa Francesco in carcere a Montorio

Momento di commozione in carcere, dopo il discorso della direttrice del carcere, Francesca Gioieni, e il discorso di un giovane detenuto, che ha ringraziato il Santo Padre per il tempo dedicato ai carcerati. A fianco di Papa Francesco, il Vescovo Pompili e il cappellano del carcere, frà Paolo Crivelli.

«Ringrazio tutti voi per il calore e l’affetto che mi mostrate. Ci tenevo molto ad incontrarvi tutti insieme: per entrare in un carcere è un momento importante, perchè è un luogo di umanità carico di forza e voglia di riscatto. Non dimenticate che Dio perdona tutto e perdona sempre. Conosciamo la situazione delle carceri, tra sovraffollamento e tensioni: vi sono vicino e faccio un appello a chi può agire in questo senso per migliorare la vita carceraria. Voglio invitarvi a non cedere allo sconforto: la vita è sempre degna di essere vissuta ed è importante. Con il Signore al nostro fianco possiamo sconfiggere la disperazione» ha detto Papa Francesco.

Al termine del discorso del Papa, la direttrice Gioeni ha consegnato due regali al Pontefice: una scatola contenente alcune lettere da parte dei carcerati e un quadretto realizzato dai detenuti. Il Papa ha regalato a sua volta, alla direttrice Gioieni, un’immagine sacra della Madonna con il bambino. Fuori dal carcere molti volontari, tra cui l’ex cappellano Don Paolo Dal Fior, e molti fedeli che hanno aspettato l’uscita del Santo Padre per dirigersi allo stadio Bentegodi.

ORE 11.35 Papa Francesco chiude l’Arena di Pace e si dirige a Montorio

«Dobbiamo essere seminatori di speranza». Con queste parole Papa Francesco ha concluso il suo intervento all’Arena di Pace. Sul palco sono saliti un israeliano e un palestinese che si sono abbracciati. Ora il Papa è diretto al carcere di Montorio, dove pranzerà con i detenuti. Fuori dall’Arena molti fedeli emozionati e commossi.

ORE 10.55 Il discorso del Papa all’Arena di Pace

«La pace non si inventa da un giorno all’altro, la pace va curata. Se non curiamo la pace, si fa la guerra e, oggi, nel mondo c’è questo peccato grave: non si cura la pace. Si tratta di andare a cercare la pace con il dialogo, rispettare gli altri. La sfida che abbiamo davanti è quella di andare controcorrente e ricostruire le relazioni con gli altri con pazienza. Se qualcuno ti insulta, ti viene subito la voglia di dirgliene il doppio, moltiplicando l’aggressione: invece dobbiamo fermare l’aggressione» ha detto Papa Francesco.

ORE 10.39 Luciano Ligabue si esibisce in Arena per il Papa

Luciano Ligabue si è esibito in Arena per Papa Francesco. Tanti i video e le testimonianze arrivate da tutto il mondo a favore della pace.

ORE 9.49 Il Papa è arrivato in Arena. Ad accoglierlo, Amadeus

Papa Francesco è entrato in un’Arena stracolma. Ad accogliere il Santo Padre, il conduttore dell’Arena di Pace, Amadeus. Dopo una breve introduzione, è iniziata un’esibizione lirica: al pianoforte la Sovrintendente di Fondazione Arena, Cecilia Gasdia.

«La cultura fortemente marcata dall’individualismo rischia di far sparire la dimensione della comunità e questo è la radice delle dittature. L’autorità ricopre un ruolo di responsabilità e rischia di sentirsi investito del ruolo di eroe. Questo avvelena l’autorità. Se l’idea che abbiamo dei leader è quella di persone solitarie che agiscono da sole, stiamo facendo nostra una visione impoverita che finisce per prosciugare le energie creative rendendo sterile la comunità. Questa è una visione lontana dal detto “Io sono perchè noi siamo”» ha detto Papa Francesco seduto tra il Vescovo Domenico Pompili e padre Alex Zanotelli.

Le foto:

ORE 9.35 Papa Francesco si dirige in Arena

Papa Francesco ha lasciato la Basilica di San Zeno per dirigersi all’Arena di Verona in occasione de “L’Arena di Pace”.

ORE 9.15 Papa Francesco dialoga con i bambini e i ragazzi in piazza San Zeno

Papa Francesco, uscito dalla Basilica di San Zeno, ha risposto alle domande dei giovani. In particolare, ha risposto ai bambini e ai ragazzi su cosa sia il bene e il male e come sentire Gesù.

Le foto:

ORE 9.09 Papa Francesco a San Zeno

Le prime foto di Papa Francesco a San Zeno:

ORE 8.18 Il Papa è arrivato a San Zeno

Papa Francesco è arrivato a San Zeno. Ad accoglierlo, appena atterrato l’elicottero, il sindaco Damiano Tommasi, il Presidente del Veneto, Luca Zaia e il Vescovo Domenico Pompili. Emozionato per la visita anche il Cardinale Eugenio Dal Corso, originario di Lugo di Valpantena, missionario con Papa Francesco in Argentina.

GUARDA L’ARRIVO DEL PAPA:

Le foto dell’arrivo in elicottero:

ORE 8.00 Verona in attesa di Papa Francesco

È tutto pronto e ormai manca una manciata di minuti all’arrivo di Papa Francesco a Verona. Blindata la zona di San Zeno, prima tappa del Pontefice. Avvistato l’elicottero papale, che è atterrato all’antistadio Guido Tavellin. Gremita di persone la piazza di San Zeno, dove si sono raccolti i fedeli in arrivo del Santo Padre, tra cui 7mila bambini.