Palazzo Ferro Fini: Ciambetti riceve Michele Dal Forno

Questa mattina il Presidente del Consiglio Regionale Ciambetti e il consigliere Filippo Rigo hanno ricevuto a palazzo Ferro Fini Michele dal Forno, il giovane rider veronese aggredito e sfregiato per aver difeso una ragazza.

È un Michele Dal Forno particolarmente emozionato quello che questa mattina si è presentato a Venezia, a Palazzo Ferro Fini, accompagnato dai genitori e dalla sorella. Quest’oggi infatti il Presidente del Consiglio Regionale Roberto Ciambetti, affiancato dal Consigliere Regionale Filippo Rigo, ha ricevuto a Venezia nella sede dell’Assemblea Legislativa Regionale il rider veronese aggredito e sfregiato nell’aprile scorso per aver difeso una ragazza.

«Sono onorato di potervi accogliere in questa che è la casa di tutti i Veneti, per testimoniare a nome di tutti l’ammirazione e la stima che abbiamo provato e proviamo nei confronti di un giovane che ha avuto coraggio, che non ha fatto finta di niente ma davanti a un sopruso, davanti a un’ingiustizia, davanti a un atto di violenza, ha reagito, senza tener conto del pericolo cui andava incontro» ha detto Ciambetti al giovane veronese, al quale, in ricordo della giornata di oggi, ha subito dopo donato una targa.

«Hai avuto un cuore grande e non hai esitato: un vero eroe nei fatti. Sei sceso in campo – ha sottolineato il Presidente del Consiglio Regionale – per difendere i valori della nostra gente, i principi che ti hanno insegnato i tuoi genitori, diventando così un esempio per tutti, e non solo per le giovani generazioni: avercene di gente come te».

Alle parole di Ciambetti ha fatto eco il consigliere regionale Filippo Rigo che aveva caldeggiato e promosso l’incontro odierno: «Vi sono diversi aspetti di straordinarietà nel comportamento di Michele in questa vicenda: si è dimostrato coraggiosissimo per la sua età e per i valori dimostrati. È un ragazzo che lavora per mantenersi gli studi ed essere indipendente, per non pesare sulla famiglia, e mentre stava lavorando ha compiuto quest’atto eroico. Non si è voltato dall’altra parte per proseguire quello che stava facendo. Uno straordinario gesto di altruismo ed eroismo che purtroppo ha pagato a caro prezzo, ma ha anche dimostrato come nei giovani, spesso considerati più distratti e superficiali, vi siano dei valori fortissimi. Infine, ciò che ancor oggi mi stupisce positivamente, è che Michele parla del suo gesto come fosse stata una cosa normale, tanto che tornando a quel giorno, lo rifarebbe».

LEGGI LE ULTIME NEWS

«Ritengo – conclude infine Rigo – che questi valori così radicati in lui siano in gran parte merito della famiglia, dell’educazione e della formazione avuta nel contesto familiare. Anche per questo abbiamo voluto averli tutti insieme: qui, oggi, in rappresentanza della Regione, il minimo che possiamo fare è ringraziarvi, a nome di tutti i Veneti».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM