Palazzo Barbieri: la Sala Blu sarà dedicata all’ex sindaco Carlo Delaini

Personalità di spicco, ha segnato trent'anni di politica scaligera. L'amministrazione comunale su proposta dell’Associazione dei Consiglieri emeriti, gli intitola il luogo del dibattito e del confronto cittadino

La Sala Blu di palazzo Barbieri verrà intitolata a Carlo Delaini, ex sindaco di Verona e protagonista della vita pubblica cittadina per ben trent’anni.

La decisione è stata presa dall’Amministrazione comunale in occasione del ventennale dell’Associazione dei Consiglieri emeriti voluta proprio da Delaini. Inoltre, al momento della fondazione, nel 2001, è stato il primo presidente.

La proposta di dedicare la sala Blu, uno dei principali spazi di palazzo Barbieri riservati al confronto e al dibattito politico, è arrivata all’attenzione del sindaco Federico Sboarina prima della pausa estiva. A firmarla, il presidente in carica dei Consiglieri Emeriti, Silvio Zavetti, che ha messo nero su bianco “l’opportunità di rimediare ad una carenza rispetto al ricordo di illustri sindaci del passato che, con le loro scelte, hanno concorso a rendere Verona una delle città più belle del mondo”.

Leggi anche: Vacanze con infortunio per il sindaco di Cerea, operato ieri a Peschiera

Carlo Delaini, ex sindaco di Verona, in una foto d’epoca

La giunta ha accolto positivamente la proposta e a breve si procederà con la cerimonia di intitolazione: «Non abbiamo esitato un attimo ad accogliere la proposta del presidente Zavetti – spiega il sindaco Sboarina-. Per chi conosce la storia recente della nostra città, non può non riconoscere il ruolo che Carlo Delaini ha avuto come amministratore pubblico per la crescita di Verona, da sindaco prima e, successivamente, da rappresentante di importanti istituzioni pubbliche.

«Un esempio di grande senso civico e dedizione al bene comune. Valori che da vent’anni vengono ricordati e promossi dall’attività dei Consiglieri Emeriti, impegnati in studi, convegni ed iniziative di alto livello. Questa intitolazione è un modo per ringraziarli del prezioso contributo che apportano alla comunità, ma soprattutto per non dimenticare l’opera di chi ha reso grande Verona».

Carlo Delaini è stato sindaco di Bardolino (VR), presidente della Comunità del Garda, sindaco di Verona dal 1970 al 1975 (con la parentesi di Leonzio Veggio che lo ha sostituito dal 1971 al ’73, periodo in cui Delaini si è dimesso per motivi personali), consigliere ed assessore regionale al Turismo, vicepresidente della Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno ed Ancona, e presidente della Camera di Commercio veronese.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM