Oscar Rent: sequestrate 153 auto

Caso Oscar Rent: la Guardia di Finanza di Verona, oggi, ha dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo a carico del fondatore e di un’altra professionista, entrambi veronesi. Sequestrate 153 auto per un valore complessivo di due milioni di euro, perquisite le case dei due individui e le sedi delle società coinvolte. L’azienda veronese è accusata di aver stipulato centinaia di contratti di noleggio auto senza poi consegnarle.

Stipulava centinaia di contratti di noleggio auto, ma poi non le consegnava mai ai clienti. A finire nei guai è la società Oscar Rent, con sede in Basso Acquar a Verona, che è stata dichiarata fallita il 30 aprile scorso. Gli indagati, amministratore di diritto e amministratore di fatto della società di capitali entrambi veronesi, avrebbero contribuito a compiere atti di disposizione dei beni sociali, in parte a favore di un’altra Srl, operante nello stesso settore e il cui amministratore unico era sempre l’indagato, e in altra parte mediante la stipula di un contratto di affitto di ramo d’azienda con una società cooperativa, legalmente rappresentata da un soggetto risultato essere un prestanome.

Gli indagati, inoltre, per rendere impossibile la ricostruzione del patrimonio e del volume d’affari dell’azienda, avrebbero sottratto, o omesso, i libri e le altre scritture contabili che, quindi, non sono state consegnate al curatore fallimentare.

Oggi la Guardia di Finanza veronese ha dato esecuzione al provvedimento di sequestro preventivo disposto dalla locale Autorità Giudiziaria confiscando 153 auto per un valore complessivo di circa due milioni di euro. Inoltre sono state eseguite anche sette perquisizioni nelle abitazioni degli indagati e nelle sedi delle società coinvolte.