Oms, mortalità del 3,4% più alta dell’influenza stagionale

Nel mondo oltre 93mila contagiati, le vittime toccano quota 3.198

Il coronavirus causa «una malattia più grave dell’influenza stagionale: a livello globale, circa il 3,4% dei casi riportati di Covid-19 è deceduto mentre l’influenza stagionale generalmente uccide molto meno dell’1% di quelli infetti». Lo ha sottolineato l’Oms spiegando che «mentre molte persone in tutto il mondo hanno accumulato immunità ai ceppi stagionali» questo «è un nuovo virus a cui nessuno è immune». «Abbiamo vaccini e terapie per l’influenza stagionale, ma – ha aggiunto l’Oms – al momento non esiste un vaccino e nessun trattamento specifico per il Covid-19».

Nel mondo c’è una carenza di dispositivi protettivi, dalle mascherine ai guanti, dovuta alle conseguenze dell’epidemia di coronavirus, e le aziende dovrebbero aumentare la produzione del 40% per far fronte all’emergenza. Si legge in un comunicato dellOms, in cui sottolinea che a causare l’aumento della domanda ci sono anche fenomeni come l’accaparramento e l’utilizzo errato.

(ANSA)