Omicidio di Trissino, forse il killer soffriva di depressione

Sembra che le questioni finanziarie risalenti ad una decina di anni non siano state le uniche ragioni a muovere il grilletto di Giancarlo Rigon che venerdì ha sparato cinque colpi contro Enrico Faggion nei pressi di Trissino, a Vicenza. Tra le congetture, confermate anche da alcuni famigliari del killer, si fa strada l’ipotesi di una depressione che negli ultimi mesi si era fatta più grave.