Affluenza alle urne intorno al 15% alle 12 nel Veronese

Prima delle due giornate di voto per le elezioni regionali in Veneto, per il referendum costituzionale e per alcuni veronesi anche supplettive del Senato e amministrative.

voto elezioni urne

Domenica 20 e lunedì 21 settembre sono giornate dedicate alle urne per milioni di italiani. Per quanto riguarda i veronesi, come tutta Italia sono chiamati a rispondere sì o no al quesito referendario, e come tutti i veneti devono eleggere i propri rappresentanti in consiglio regionale, oltre al Presidente. Sono poi chiamati alle urne i cittadini del collegio uninominale Veneto 09 (sud-ovest della provincia scaligera) per le supplettive del Senato, in seguito al decesso del senatore Stefano Bertacco.

Infine in provincia di Verona votano il proprio sindaco i comuni di Albaredo d’Adige, Bonavigo, Palù, Rivoli Veronese, Trevenzuolo e Vigasio.

Alle ore 12 in Veneto, per quanto riguarda il referendum l’affluenza era al 16,31%, in provincia di Verona al 15,58.

Per le elezioni regionali, alle 12 in Veneto hanno votato in 14,75% degli aventi diritto, in provincia di Verona il 14,67%.

Le elezioni supplettive del senato alle 12 hanno visto al voto 49.278 dei 326.475 aventi diritto, il 15,09%.

A mezzogiorni nei comuni veronesi al voto affluenza come segue:

  • Albaredo d’Adige 12,91
  • Bonavigo 13,90
  • Palù 17,70
  • Rivoli V.se 16,40
  • Trevenzuolo 20,86
  • Vigasio 14,78

Panoramica sulle elezioni

Domenica 20 e lunedì 21 settembre sono chiamati alle urne per il referendum costituzionale 46.415.806 elettori, in un totale di 61.622 sezioni. Gli elettori residenti all’estero, che votano per corrispondenza, sono 4.537.308.

Negli stessi giorni si voterà per le suppletive del Senato della Repubblica, le regionali e le amministrative (in Sicilia l’appuntamento per le amministrative sarà il 4 e 5 ottobre, in Sardegna il 25 e 26 ottobre).

Per le elezioni suppletive del Senato della Repubblica, gli aventi diritto al voto sono 427.824 per la Sardegna ( Collegio uninominale 03 Sassari) in 581 sezioni e 326.475 per il Veneto (Collegio uninominale 09 Villafranca di Verona) in 393 sezioni.

Le elezioni regionali (in Valle d’Aosta, Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Campania, Puglia) interesseranno 18.471.692 elettori e un totale di 22.061 sezioni.

Le elezioni amministrative si svolgeranno, invece, in 957 comuni italiani, di cui 608 nelle regioni a statuto ordinario e 349 nelle regioni a statuto speciale: per un totale di 5.703.817 elettori alle urne e 6.756 sezioni.

Alle amministrative, saranno 4.699.949 gli elettori nelle regioni a statuto ordinario e 5.599 le sezioni elettorali; nelle regioni a statuto speciale (Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige) il voto interesserà 1.003.868 elettori in 1.157 sezioni.

Domenica 20 i seggi saranno aperti dalle ore 7 alle 23, lunedì 21 dalle ore 7 alle ore 15. Alla chiusura dei seggi seguiranno gli scrutini delle suppletive, del referendum e delle regionali. Gli scrutini delle elezioni amministrative cominceranno alle ore 9 di martedì 22 settembre.

Gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare o in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario per Covid-19 che hanno chiesto di avvalersi del voto domiciliare sono complessivamente 1820.